Browse By

LETTERA APERTA AI LEGHISTI

 492 total views,  2 views today

[ 18 agosto 2010 ]

Facciamo a capirci…

Riceviamo e pubblichiamo
di Massimo Marco Rossi
Il popolo leghista, da sempre,  pensa  e dice che  il federalismo è lo strumento indispensabile per ottenere una serie di  risultati urgenti: 
Un maggiore benessere per i cittadini onesti, che lavorano;
Una più elevata sicurezza personale di tutte le persone;

Una migliore funzionalità delle imprese;
Un più elevato rispetto delle risorse naturali che sono indispensabili  per i cittadini di oggi, di domani e di dopodomani;
Servizi sanitari, scolastici e sociali funzionali e di  grande qualità per rispondere adeguatamente a tutte le esigenze ordinarie e straordinarie delle persone in tutte le diverse fasi delle loro esistenze…
Rappresentanze politiche ed Amministrazioni Pubbliche più efficienti e trasparenti;

Pare evidente che queste stesse cose sono volute anche da tutti gli altri cittadini non leghisi …dotati di un minimo di buon senso  civico…

Ma i leghisti della prima ora, in più dei cittadini di buon senso, affermavano che…per ottenere questi risultati, bisognava rinnovare radicalmente la politica e la funzione pubblica con una ricetta semplice, semplice:   Distaccarsi dal Centro  Italia egemonizzato  da Roma Ladrona  e dal Sud mafioso, camorrista, n’dranghetista, disordinato, nepotista e clientelare utilizzando o il federalismo o , in caso di indisponibilità del Parlamento,… la secessione.

Dall’inizio degli anni 80 e poi con  “Mani Pulite” nel febbraio del 1992  ed in crescendo fino ad oggi,  la  cronaca di una Tangentopoli, che coinvolge ministri e viceministri Liguri -Scajola, Veneti-Brancher , Laziali-Bertolaso, Campani – Cosentino e Caliendo… , ci ha raccontato come il malaffare, lungi dal ridursi, si sia  sempre più profondamente esteso in tutte le regioni italiane e in tutti i partiti… di Destra, di Centro e di  Sinistra.

Gli Italiani senza paraocchi  e senza tare intellettuali hanno potuto toccare con mano che il ladrocinio, come il nepotismo, come lo scasso ambientale,  non è una prerogativa del Centro-Sud, nè dei cittadini  più indigenti…ma, al contrario, coinvolge  di più i livelli più alti delle gerarchie economiche, sociali, religiose  e politiche di tutto il Paese…spesso  tra loro  associate   nelle logge massoniche segrete…  pur vietate dall’art.18 della  ancora vigente  Costituzione Italiana….come  autorevolmente narrato in  recenti libri, molto documentati, da non pochi giornalisti-scrittori…

Agli Italiani senza paraocchi è sempre più evidente che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi  negli ultimi 17 anni ha continuato a giocare, anche come iscritto alla  P2, un ruolo centrale ed attivamente propulsivo nella propagazione di questa vera e propria metastasi  giunta oggi allo stato terminale…

Il suo non-governo, malgrado la larghissima maggioranza acquisita nell’ultimo Parlamento Italiano, oggi  del tutto paralizzato, ha  reagito  alla più grave crisi economica, finanziaria e culturale del Mondo Occidentale in modo follemente  schizofrenico…:

– Ha ampliato il divario distributivo  a favore dei ricchi che  sono diventanti sempre più ricchi  a scapito dei poveri sempre più poveri… fingendo di non capire perchè  la domanda interna di beni e servizi diminuisce  e le piccole e  medie imprese locali  chiudono o delocalizzano…aumentando la disoccupazione, la spesa pubblica … e la rabbia popolare…
– Ha  promosso una quantità di nuove opere pubbliche inutili e superpagate  (che aumenteranno le entrate delle grandi imprese di movimento terra e di calcestruzzi e delle immobiliari in mano ai capitali mafiosi …mentre impoveriranno sempre di più  i beni fondamentali -aria -acque – terre …) anzicchè investire nelle capillari attività di  risanamento e riscatto degli insediamenti e dei  territori più dissestati e fragili che franano dovunque….
– Impone le centrali nucleari  ed i termovalorizzatori che il Paese non vuole …invece che  incentivare massicciamente ed  ordinatamente risparmi  e riciclaggi delle materie prime e contenimento degli sprechi energetici.. ricerche ed applicazioni di  nuove  energie eco-compatibili di cui l’Italia è ricca come  nessun altro Paese Europeo…
– Ha aumentato  le spese militari  per  alimentare le guerre ( in violazione dell’art. 11 della Costituzione….) che continueranno a seminare distruzioni, a rapinare le risorse energetiche, minerarie ed agricole  dei Paesi sottosviluppati invece che spendere per opere di  solidarietà volte a far crescere pacificamente  la loro autosufficienza e capacità di equa cooperazione internazionale  …
– Continua a permettere l’ampliamento senza limiti dei profitti delle grandi catene agro-industriali  e commerciali mettendo alla fame le imprese agricole di tutta Italia…
– Non tocca i superstipendi dei managers pubblici e privati  e le rendite degli speculatori finanziari mentre penalizza i consumatori meno abbienti con aumenti  delle tariffe dei beni e servizi essenziali e dei prezzi dei generi di consumo di prima necessità…
– Continua a concentrare l’attività del Parlamento su leggi ad personam volte a depenalizzare i reati commessi dal Presidente del Consiglio, a criminalizzare la magistratura che indaga sulla pubblica corruzione, a privare le forze dell’ordine  dei più essenziali mezzi di indagine  e a mettere il bavaglio ai giornalisti impegnati  a superare il silenzio e l’omertà mafiosa intorno ai grandi reati … invece che dedicare il tempo necessario ad affermare  nel Paese il nuovo Stato che voi chiamate FEDERALE…  che io definisco  DECENTRATO, TRASPARENTE E FUNZIONALE  perchè DEMOCRATICAMENTE  PARTECIPATO,  ….

Cari Leghisti…

Se aumenta, come sta aumentando, la disoccupazione e la disperazione dei non occupati….aumenterà o diminuirà la sicurezza delle famiglie italiane  e dei singoli ?
Se si continua a fabbricare enormemente di più   del fabbisogno  dei residenti nel suolo nazionale…a chi andranno…e come saranno mantenute efficienti  le  sempre più numerose case,  i capannoni sfitti  e le infrastrutture inutilizzate ?
Se aumentano le guerre e le rapine economiche a danno dei Paesi più poveri di tutti i continenti…diminuiranno  o aumenteranno gli  arrivi dei senza futuro in cerca di vita ?
Se non si mettono in sicurezza idrica e geologica i  territori …..non solo quelli delle più pericolose zone sismiche…diminuiranno o aumenteranno  le spese per l’assistenza sociale e i numeri di sfollati-sbandati -malavitosi interni ?
Se non si punta ad autoprodurre  energie rinnovabili a basso costo, senza dover comperare carbone, gas, petrolio e uranio sempre più scarsi e sempre più cari dall’estero….aumenteranno  o diminuiranno   produttività complessiva e  competitività  del sistema delle imprese italiane ? Aumenteranno o diminuiranno gli inquinamenti di tutti i tipi e  le costosissime malattie che ne derivano ?
Se non si sottraggono immensi finanziamenti pubblici a giornali e  televisioni  controllate  dai  più grandi speculatori finanziari e sostenute dal monopolio pubblicitario concentrato nelle mani  di Silvio B. il  più grande  gabelliere di tutti i tempi …. aumenterà o diminuirà la libertà, la completezza  dell’informazione e specialmente L’ UTILITA’ SOCIALE  dei mass media ?

Cari leghisti …davvero  continuate a ritenere  che sia  giusto  vincolarvi ancora  ad un presidente del Consiglio che,  utilizzando la LEGGE ELETTORALE  PORCATA …. non diversamente da altri  segretari di Partito…ha infarcito il parlamento di Mafiosi conclamati, di portaborse e di avvocati come Previti, corruttore di magistrati,   e come il padovano Ghedini che, a spada tratta,  sostiene l’innocenza  e l’integrità dell’inconsapevole   “Consumatore Finale di prostitute” fornitegli da beneficiari di  favori ed appalti succulenti…esattamente come inconsapevoli erano i suoi ministri preposti  allo Sviluppo Economico, alla Protezione Civile…  e  chi più ne ha più ne metta…?

Ma davvero pensate ancora che i “galantuomini” che affiancano un simile Presidente del Consiglio  vogliano  aprire la strada ad  un  VERO FEDERALISMO  efficacemente produttivo di  TRASPARENZA E PROBITA’  nella gestione dei beni comuni;  di risanamento  strutturale, etico, culturale, economico, finanziario ed informativo di questa Povera Italia  ?

La  razionalità… mi risponde di No…

Vogliamo discutere pacatamente e costruttivamente se c’è qualche altra strada percorribile… prima che le Frenesie Consumiste dei Berlusconidi  e dei loro equivalenti (non pochi) negli altri partiti…Lega compresa…  facciano  precipitare il Paese  nel Caos più  regressivo ed irrecuperabile ?

Un caro saluto. Massimo Marco Rossi. Venezia 17 agosto 2010

image_pdfimage_print

5 pensieri su “LETTERA APERTA AI LEGHISTI”

  1. Anonimo dice:

    Non tratterei troppo con i guanti il popolume leghista, né mi sembra opportuno concedergli tutto questo credito.Quello che è "lo zoccolo duro" del consenso elettorale della Lega non è altro che un'accozzaglia di bottegai/ crematisti ed evasori fiscali, quindi una delle parti spregevoli della società.Dovrebbe essere chiaro che il consenso dato alla Lega è motivato, concretamente e in primo luogo, dalla garanzia di poter continuare ad evadere il fisco, scaricando sui più deboli ed esposti i costi della crisi.Personalmente, nutro il più grande disprezzo per questa feccia razzista, ignorante, feroce, egoista e bottegia, che è disposta ad appoggiare anche i peggiori capipolo autocratici, nonché le politiche ultraliberiste o qualsiasi altra cosa ["federalismo" compreso], pur di continuare ad evadere e a gonfiarsi il ventre a scapito del resto della società.Eugenio Orso

  2. Anonimo dice:

    Sembra un articolo di Repubblica … da Sollavazione mi aspetterei ben altro, non che non sia giusto il contenuto anzi, ma il nostro nemico principale non è certo il Berlusca ma la cricca capitalista internazionale.L'obiettivo da noi è Draghi, Berlusconi verrà da se …

  3. Rivoluzione Democratica dice:

    Massimo Marco Rossi ha partecipato attivamente alla prima fase costruttiva della nostra Associazione, da cui poi ha deciso di distaccarsi per insorte differenze politiche. Non condividiamo tutto quanto ha scritto. Egli gode tuttavia della nostra stima, anche perché è un militante sociale attivissimo in quel del veneto, dove il Leghismo impazza e dove persiste l'illusione che la marea reazionaria possa essere fermata con ..appelli al buon senso e alla democrazia..

  4. Anonimo dice:

    Non si scende a patti con i brianzoli mariuoli e razzisti composti in larga parte da meridionali deboli di radici e ansiosi di salire sul carro dei "vincenti".Incapaci di amministrare, peggio dei democristiani usano i luoghi comuni e l'ignoranza indigena per il consenso.Traggono dalle feci dei loro discorsi e delle loro azioni la linfa vitale per incrementare il consenso.Piu' gettano la gente nella merda puntando il dito contro "gli altri" e piu' arriva loro consenso.

  5. Rivoluzione Democratica dice:

    E' proprio il caso di tornare sul "leghismo". Una sola cosa a noi appare chiara: che è fallace voler rubricarlo con le tradizionali categorie politico sociali. Non che queste siano da gettare nella spazzatura, è che queste non ci paiono sufficienti. Non fraintendeteci, non si tratta di indulgenza verso il leghismo (che è in effetti il punto debole dell'articolo di Rossi. Che il leghismo non si possa combattere in base alle tradizionali categorie e riproponendo democraticistiche alleanze "per salaver la Patria", lo dimostrano i fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.