Browse By

CILE: LE PIU’ GRANDI MOBILITAZIONI DI MASSA DALLA CADUTA DI PINOCHET

 2,997 total views,  2 views today

Santiago, 24 agosto 2011

Sciopero generale e barricate contro la privatizzazione dell’istruzione


Il presidente Sebastian Pinera, liberista e pinochettista, vinse, anche a causa delle divisioni dei suoi avversari, le presidenziali del gennaio 2010. Le destre tornavano al governo dopo venti anni consecutivi di governi di centro-sinistra che avevano ampiamente deluso la base popolare.


A solo un anno e mezzo dalla sua ascesa Pinera è noto per essere il presidente più impopolare da quando se ne andò Pinochet. Ciò anche perché egli insiste nella sua politica neoliberista. Il Cile, che ha il prodotto procapite più alto del’America latina è anche quello in cui è più profonda la frattura fra una minoranza di super-ricchi e la maggioranza povera della popolazione. Tra le sue controriforme quella della privatizzazione dell’istruzione. 

Santiago, 24 agosto 2011

Dal maggio scorso un potente movimento degli studenti sta scuotendo il paese. Questo movimento giovanile ha ottenuto un grande successo: ha spinto i sindacati a proclamare lo sciopero generale contro la privatizzazione della scuola pubblica. Lo sciopero generale di 24 ore è in corso oggi, 24 agosto. E’ stato un grande successo. Anzitutto i giovani si sono mobilitati in forze, dando vita in tutte le principali città a durissimi scontri con le forze di polizia.


Una vera SOLLEVAZIONE di popolo, la sola che può far davvero tremare il potere.

image_pdfimage_print

Un pensiero su “CILE: LE PIU’ GRANDI MOBILITAZIONI DI MASSA DALLA CADUTA DI PINOCHET”

  1. viagra without prescriptions dice:

    Mi ha sorpreso che tutti sta dando questo tipo di dimostrazione, noi, il popolo solo quando facciamo dichiarazioni che abbiamo ascoltato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *