Browse By

ELEZIONI IN SICILIA

 588 total views,  2 views today

Sosteniamo la lista della rivolta popolare
3mila euro per i Forconi

Per fare una campagna elettorale occorrono tantissimi soldi. In genere, i partiti non badano a spese, e la cifra da essi utilizzata per accalappiare consensi è enorme.
I Forconi (di Ferro, Scarlata e Crupi), eredi del grande movimento popolare che ha messo sotto sopra la Sicilia nel Gennaio scorso, hanno deciso di presentare proprie liste per il Parlamento Regionale Siciliano. Una decisione coraggiosa, di aperta sfida a tutto il teatrino dei vecchi politicanti. Ma i Forconi, pur forti della loro posizione indipendente, non hanno le risorse finanziarie sufficienti per vincere la cortina di silenzio che i media di regime hanno eretto per seppellirli. Dobbiamo aiutarli!

Tutto ciò che fino ad ora hanno racimolato, è stato versato da loro stessi, dai più vicini al movimento e da siciliani generosi. Hanno fatto delle vere e proprie collette per potersi muovere da un paese all’altro e non hanno neppure esitato, durante il loro tour, a dormire in macchina, per evitare spese superflue, nonostante l’età, nonostante il clima.

Una affermazione elettorale dei Forconi darebbe una spinta non solo alla rivolta siciliana ma alla sollevazione popolare in tutto il paese.

La nostra solidarietà per chi lotta in difesa del popolo lavoratore, dal basso, disinteressatamente, senza badare a sacrifici, è piena e sincera.

Per questo, come Mpl, lanciamo una raccolta di fondi per sostenerli e contribuire a pagare le spese necessarie, così che anche loro possano affrontare la campagna elettorale con più efficacia e serenità.

Dati i tempi strettissimi, ci prefissiamo di raccogliere, entro e non oltre il 20 ottobre, la cifra di 3000 €, cifra modestissima rispetto a quanto occorrerebbe ai Forconi, ambiziosa viste le poche risorse di cui noi stessi disponiamo. Per questo ci appelliamo ad ognuno di voi, per giungere in soccorso di Mariano Ferro e dei Forconi.

L’appello è rivolto a tutti quelli che credono sia giusto sostenere il più forte movimento di protesta popolare da quando Monti è salito al governo, un movimento che ha dato voce alla rabbia e all’indignazione generale, e che ha deciso di sfidare i vari rottami politici anche sul loro terreno, quello elettorale.

Versa quindi il tuo contributo sul numero di postepay 4023 6005 7293 8662 intestato a Daniela Di Marco, Codice fiscale: DMRDNL77S69G273T 

Ci impegniamo, come Mpl, a rendicontare in forma anonima, tutte le donazioni giunte, su QUESTO SITO, i Forconi si impegnano a rendere successivamente note le modalità di spesa. 


La Segreteria nazionale Mpl
18 settembre 2012
ISTRUZIONI PER LA DONAZIONE

Si può fare un fare un versamento sulla carta postepay indicata nei seguenti modi:

1) On line: clicca QUI



2) presso le ricevitorie Sisal (indicando il Cf del titolare della carta ed esibendo i propri documenti)

3) Negli uffici postali
– con versamento in contanti

– con una carta Postamat Maestro

– trasferendo denaro da una carta postepay a un’altra

4) Presso gli sportelli automatici (ATM) Postamat


– con una carta Postamat Maestro

– trasferendo denaro da una carta postepay a un’altra

– trasferendo denaro da una Inps Card

– utilizzando qualsiasi carta di pagamento abilitata ai circuiti internazionali Visa, Visa Electron, Mastercard o Maestro

5) Sul sito www.poste.it (deve essere registrata la carta o conto dei fondi)
– addebitando l’importo sul Conto BancoPosta

– trasferendo denaro da una carta postepay a un’altra

6) Con una SIM PosteMobile

– puoi ricaricare un’altra Postepay direttamente dal menù del tuo cellulare con la tua Postepay

image_pdfimage_print

2 pensieri su “ELEZIONI IN SICILIA”

  1. Anonimo dice:

    anonimo Geremia dice:Sollevazione significa ribellione, rivolta, rivoluzione. Tutti eventi di per sé incontrollabili e quasi sempre violenti. E' Behemoth che cerca di spezzare la catena e può succedere qualsiasi cosa anche, soprattutto di questi tempi, che esso venga scannato, soppresso. I mezzi moderni di repressione hanno possibilità spaventevoli. Behemoth cerca la libertà e il diritto di averla gli é dato dal numero che per altro potrebbe legittimare il suo potere. Pensare come nell'ottobre 1917 comporta tuttavia rischi altissimi di catastrofe. Tutto lascia credere che Behemoth possa sperare di spezzare le proprie infami catene solo con i metodi della democrazia.

  2. Anonimo dice:

    Non era meglio indicare il sostegno dell'MPL al PCL?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *