Browse By

OGGI LE CAROTE DOMANI SI VEDRÀ

 530 total views,  2 views today

Milano: 12 ottobre
Cosa ci dice la mobilitazione degli studenti?

Ieri in molte città italiane sono scesi in piazza gli studenti. Molti di più quelli delle scuole medie, meno gli universitari. Non dappertutto i cortei sono stati partecipati. Di più nelle grandi città metropolitane.
Diversi i fattori che spiegano questa doppia velocità. Nelle grandi città la crisi economica e sociale si sente molto di più che in quelle medie e piccole. D’altra parte nelle metropoli c’è un migliore livello di organizzazione, un più elevato livello di consapevolezza riguardo alla drammatica situazione sociale e agli interessi che difende l’attuale governo. 

Inizia a prendere forma uno strato d’avanguardia. E che siano stati proprio gli studenti medi, anzitutto giovanissimi, a partecipare, indica che una nuova generazione di attivisti si sta affacciando sulla scena, libera del fardello delle sconfitte subite in quest’ultimo decennio.

Roma: 12 ottobre

Un buon segno.

L’inversione del ciclo, il passaggio da una situazione di disincanto e di resa ad una di riscossa, non può che partire dalla gioventù.
Le generazioni adulte sembrano bollite, diffidenti, vittime di un pessimismo che non riescono a lasciarsi alle spalle.
Saranno i giovanissimi che oggi si affacciano sulla scena i futuri protagonisti del cambiamento. 
Che il loro livello di coscienza politica sia necessariamente “primitivo” non deve trarre in inganno. Sotto i colpi di una situazione che si farà sempre più drammatica, esso farà salti da gigante. 

image_pdfimage_print

14 pensieri su “OGGI LE CAROTE DOMANI SI VEDRÀ”

  1. piergiorgio de pompeis dice:

    meglio un livello di coscenza primitivo, che non averne proprio.Arrestali tutti e senza processo per non perdere tempo ,in modo da recuperare il tempo perduto. Internateli nelle miniere del Sulcis a pane ed acqua e che vadano all'inferno.

  2. Anonimo dice:

    Anonimo DemetrioAll'inferno dovrebbero finire gli strozzini e gli usurai, non i giovani che per fortuna non hanno ancora l'Alzhaimer e hanno l'istinto di percepire la situazione terrificante in cui sta per precipitare il popolo italiano e tutto il Paese assieme a quelli che non vedono un palmo al di là del loro naso. Comunque il sig. Piergiorgio dev'essere una persona importante se si rivolge con il pronomedi seconda persona a chi dovrebbe arrestarli tutti e affossarli nei budelli ctonici del Sulcis poveri giovani ai quali il tritacarne spietato e mostruoso della speculazione internazionale sta tagliando ogni speranza di un domani da uomini liberi.

  3. piergiorgio de pompeis dice:

    Forse hai franteso. Arrestali tutti era riferitoa tuuta la casta in primis il Savoia boiardo seguito a ruota da M.M. I giovani sono la luce, questi definirli cloaca e troppo benevolo.Io sono un italiano che ama il suo paese.

  4. la congiura degli eguali dice:

    se son rose rosse fioriranno, e si spera che non durino lo spazio di un mattino!

  5. Anonimo dice:

    Anonimo Demetrio diceAlle volte può succedere di non capirsi e dipende da vari fattori. Tutto chiaro ora comunque. Saluti cordiali!

  6. Anonimo dice:

    Noi del Partito Democratico comprendiamo il disagio che attraversa larghi strati della popolazione studentesca, e giovanile in genere, ed è proprio per questo che proponiamo a voi tutti l'unica soluzione possibile: gli Stati Uniti d'Europa, straordinario traguardo democratico e di civiltà, che condensa tutti gli sforzi compiuti negli ultimi 60 anni per garantire la pacificazione Europea, e di cui il Nobel di ieri è segno di prestigio. Presto, prima che possiate pensare, i giovani ritratti in quella foto affolleranno le piazze con le bandiere dell'UE, chiedendo a gran voce di lasciarsi alle spalle i vecchi Stati-nazione, e di andare verso l'unica possibilità che la Storia ci mette di fronte: la Federazione EUROPEA, nostra nuova e unica Patria!

  7. Anonimo dice:

    A furia di stare attaccati alle poltrone gli ha dato di fuori il cervello. Uscite un po' per le strde e vedrete cosa c'è veramente da comprendere.Un vero delirio nei termini: se si "propone" qualcosa che si è stabilito sia l'unica soluzione, dov'è la proposta?Già ma come Napolitano si sono evoluti. Come lui sono passati dal giustificare i carri armati contro il popolo al guidare gli avvoltoi della finanza che ora lo spolpano.Se non provi nemmeno vergogna, sparisci che è meglio.Fulvio

  8. Anonimo dice:

    Ma che te pare che gli bastano le poltrone e i sudditi italiani?Come dei piccoli baffetto-d'alema hanno sogni più ambiziosi:oggi l'Europa domani il mondo, basta guadagnare bene, non fare un cazzo e avere tanti schiavi.Gli mancano ancora i pedofili poi avranno raggiunto gli standard del vaticano.Federico

  9. Anonimo dice:

    Viva Re Giorgio I d'Europa dai diritti inviolabili!Il Re che predica sacrifici per i poveri e guadagna (parola che nella neolingua sostituisce il verbo rubare) 240.000 Eu l'anno.Il Re più potente d'Europa che ci fa spendere per il Quirinale più di quanto gi inglesi spendono per Buckingham Palace.Lunga vita a lui, che si preoccupa così spesso per i giovani, ma che non mollerà mai a loro beneficio una poltrona, nemmeno da imbalsamato.Grazie per la vostra lungimiranza che vi fa "comprendere il disagio".Lo comprenderemo allo stesso modo quando vi verremo a cercare con i forconi!Andrea

  10. Anonimo dice:

    Veramente preferisco la strofa della vecchia canzone:"Nostra patria il mondo inter"Le patrie le lascio ai fascisti

  11. Anonimo dice:

    Ma non sei del partito democratico, su…sei un pirla pipparolo frustrato con il complesso di essere un piccolo borghese di quelli che per vivere devono leccare il deretano al capo. E vieni qui cercando di compensare alla tua miseria umana. Poveraccio, una volta dici di essere iscritto all'UDC, un'altra al Partito Democratico…pover'uomo.

  12. Anonimo dice:

    Niente da fare, non ce la fate proprio a capire che l'UNICA strada è quella degli Stati Uniti d'Europa. Non c'è alcuna alternativa, se non la fame e la disperazione, che evidentemente qualcuno non ha mai provato sulla propria pelle (altrimenti la penserebbe diversamente). A questo punto, e mi dispiace dirlo, spero che al vertice convocato da Monti in tema di integrazione europea, gli Stati coinvolti accettino la proposta di istituire nei propri ordinamenti giuridici un reato d'opinione di "Euroscetticismo", con a corollario un'adeguata pena detentiva.E' drastico, ma necessario: io non voglio più leggere gente che farnetica contro l'Europa e i suoi valori.

  13. Sollevazione dice:

    Avvertenza ad anonimo delle ore 13:30:accettiamo critiche, rampogne e anche tante cazzate. Non accettiamo insulti, tantomeno appelli delatori, manettari e sbirreschi. Lasciamo per l'ultima volta il tuo commento, in ossequio alla massima:"Tagliate le teste ai vostri nemici, non per avere nemici senza teste, solo per scoprire quanto esse siano vuote".

  14. Anonimo dice:

    Ma cosa dici? Tu conti come il due di briscola; tu vieni qui solo per compensare la tua nullità personale e nient'altro. Sei stato maltrattato in famiglia, hai un lavoro miserabile, il capo di umilia pubblicamente, tua moglie la da a tutti meno che a te e tu invece di ribellarti vieni qui a prendertela con la gente che non conosci. Povero quaquaraquà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *