Browse By

M5S IN STATO CONFUSIONALE di Vincenzo Baldassarri

 642 total views,  2 views today

12 luglio. Essendo il panorama politico Italiano popolato oramai da personaggi, se così si può dire, fumettistici, dopo il Batman, i Tre piccoli porcellini, ecc ecc. ci troviamo amaramente e con macabra ironia a trovarne uno ulteriore: Due Facce. 


Per gli amanti della fumettistica non sfuggirà di certo il paradosso dopo “er Batman” ora ci troviamo di fronte al suo acerrimo nemico. 

Di chi stiamo parlando? Purtroppo questa volta parliamo del Movimento 5 Stelle, dico purtroppo perché come nella storia del fumetto di Batman, Due Facce era all’inizio un brav’uomo, dedito a proteggere la legge che dopo un tragico incidente diventa malvagio e incolpa Batman di tutte le sue sventure, naturalmente a torto. 

Bene, l’esempio calza a pennello e, più o meno, la storia riadattata potrebbe svolgersi così… 
Una minaccia incombe sulla donzella amata (Costituzione,Democrazia), il Batman (pd/pdl) si lancia nel salvataggio di quest’ultima finendo però per sbagliare il soggetto e salvando un’altra donzella (una certa BCE, una certa Unione europea). Invece un onesto cittadino si lancia nel salvataggio della donzella giusta, ma proprio nel momento in cui si lancia per salvarla ecco che un ordigno esplosivo detona nelle sue vicinanze (Elezioni Europee), l’onesto cittadino viene scaraventato a terra e sviene. Passano diverse ore e quando rinviene ancora stordito è un essere con il volto devastato dalle ustioni (si sa le sconfitte bruciano).
Non tutto il volto è ferito, solo la metà: quella di sinistra. Oltre al danno apparente, l’onesto cittadino non è piu lo stesso e fin da subito si trova in una confusione mentale che lo porta, accecato dall’odio verso il Batman, (che non ha salvato la donzella giusta) ad allearsi con tipi loschi (Nigel Farage) e poi ancora più confuso a non riconoscere i suoi veri amici (Democrazia- Costituzione)…

Questo è più o meno tutto, certo per chi non ha masticato molto di fumetti potrebbe essere criptico, ma il senso è questo, dopo la sconfitta alle Europee il volto del M5s si è diviso in due parti, una delle quali è ancora lì in difesa della Costituzione, della democrazia e del Paese, mentre l’altra si adopera a prendere accordi proprio con chi sta tradendo entrambe. 

Parliamoci chiaro, non c’è nulla di democratico nel sistema elettorale proposto dall’M5s e ancora peggio è l’avvallare i 10 punti proposti dal PD. Tutto sommato si può ben capire che l’identità dell’M5S è stata fortemente colpita da queste elezioni europee e che la sconfitta (che poi sconfitta non era se non per le aspettative velleitarie pre-elettorali), ha completamente snaturato una parte del movimento. 

Bene, in attesa che una luce si accenda di nuovo nel cielo di Gotham e scusandoci con Batman per averlo ingiustamente associato al partitone unico italiano che di Batman ha solo la tipiche caretteristiche dei pipistrelli, cioè dormire al contrario e andare alla cieca nutrendosi di insetti, auguriamo a tutti di rivedere veramente le stelle.
image_pdfimage_print

4 pensieri su “M5S IN STATO CONFUSIONALE di Vincenzo Baldassarri”

  1. Anonimo dice:

    Buonanotte popolo!Riccardo.

  2. Anonimo dice:

    Che non ci sia niente di democratico nel sistema elettorale proposto dal M5S è un'affermazione assolutamente priva di valore dal momento che non viene supportata da alcuna motivazione, quindi è palesemente insulsa. Fa ridere certa pseudosinistra che, adesso, sa solo criticare ma resta a guardare. Dall'ingresso del M5S in Parlamento, gli Italiani hanno scoperto le mille nefandezze di una classe politica di destra e di sinistra che finge di dividersi davanti agli schermi televisivi ma poi marcia compatta. E non da ieri, da oltre vent'anni!

  3. Anonimo dice:

    @anonimo 13 luglio 2014 13:26A volte leggere i vecchi post aiuta…http://sollevazione.blogspot.it/2014/06/il-diavolo-e-lacqua-santa-perche-non-va.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *