Browse By

A FIANCO DEI GILET GIALLI! Roma 12 gennaio

 787 total views,  2 views today

[ 11 gennaio 2018 ]

«Quando il Governo viola i diritti del popolo, l’insurrezione è per il popolo e per ciascuna parte del popolo, il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri».

[Art 35 della Costituzione repubblicana francese del 1793]


Ci vediamo domani, 12 gennaio, alle ore 15:30 a Roma, presso l’Hotel Massimo D’Azeglio, Via Cavour 18

image_pdfimage_print

3 pensieri su “A FIANCO DEI GILET GIALLI! Roma 12 gennaio”

  1. Anonimo dice:

    Sovranismo in tutte le sue sfumature nei paesi imperialisti è fascismo e nazionalismo e, a sinistra e nel sindacato, socialsciovinismoTutte le forze che sostengono queste posizioni a sinistra, comunque travestite, sono al minimo opportuniste di destra e hanno la loro base sociale o virtuale nell'aristocrazia operaia e/o nella piccola borghesia.Esse sono, coscientemente o no, puntello del proprio imperialismo e motivo di divisione e confusione nelle file del movimento operaio e comunista. Sono di questa natura la coalizione Eurostop e la presenza di queste posizioni in Potere al Popolo. Sul piano sindacale sono di questa natura, oltre che naturalmente il sindacalismo confederale, la USB e la presenza di queste posizione nella CUB/FMLU e altre. I Carc/nPCI sono passati con "l'appoggio critico" al M5Stelle e al governo fascio-populista Di Maio/Salvini nel campo avverso al proletariato, alla sinistra di classe, ai comunisti. Questa formazione va denunciata e isolata.Naturalmente sappiamo bene che nelle formazioni politiche e sindacali suddette, ci sono tanti compagni che rispettiamo e che vogliamo conquistare e la nostra azione, come quella dei comunisti rivoluzionari comunque collocati, deve essere quella di distinguere e incessantemente seguire il sistema di unità-lotta-trasformazione.I comunisti e la sinistra proletaria nel nostro paese devono criticare e combattere queste posizioni, delimitandosi da esse nella lotta e nella battaglia politica e sindacale.E' anche su questa base che le forze rivoluzionarie devono costruire un indispensabile Fronte unito.Il Fronte unito, aiuta il dibattito e la lotta di posizione e di linea per la costruzione del Partito Comunista, indispensabile strumento della classe operaia e delle masse popolari.proletari comunisti/PCm Italia

  2. Matteo Innocenti dice:

    È sufficiente leggere il delirio dottrinale del primo paragrafo del commento di cui sopra per capire che,se fossi un liberal capitalista cosmopolita,pagherei per avere nemici così

  3. Anonimo dice:

    online casinoslots for real money free no depositplay blackjack onlinecasino games onlineclassic casino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.