1

IL CALDO DA ALLA TESTA…

[ 15 marzo 2019 ]

…SPECIE 

 

NELLE REDAZIONI

 

Forse non lo sapevate, ma anche i terremoti (ed i relativi tsunami) sono provocati dal “global warming”. Non ridete, siete voi che lo ignoravate. Ma si può sempre rimediare con dei bei corsi affidati al noto climatologo Sergio Mattarella. Od alla arcinota fisica dell’atmosfera Greta Thunberg, non a caso in vista del Nobel, anche se per ora solo quello della “pace”.

Nel frattempo non resta che leggere l’autorevole Corriere della Sera, laddove le bufale riescono a distinguerle perfino dalle salamandre. Alle pagine 8-9 dell’odierna edizione , un bel planisfero intitolato alla “febbre del Pianeta” [vedi immagine sopra] ci informa di alcune cose. 

La prima, nel 2100 i mari saliranno da 8 a 90 centimetri. Cavolo, che precisione millimetrica! La seconda, scomparirà il 6% degli insetti, ma non le zanzare e le zecche. Accipicchia, quant’è selettivamente malevolo il riscaldamento globale!

La terza, però, le batte tutte. Secondo il Corsera i cosiddetti “eventi estremi” avrebbero prodotto nel 2018 la bellezza di 10.773 vittime. Cioè una vittima ogni 750mila abitanti, pari allo 0,000133%. Sempre troppi, ci mancherebbe. Ma cosa hanno inserito negli eventi estremi evidentemente collegabili al “global warming”? Sgranate gli occhi: “terremoti, inondazioni, tsunami e incendi”.

Lasciamo perdere qui le inondazioni e gli incendi. Fenomeni che ci sono sempre stati, ma fingiamo che adesso sian tutti addebitabili al riscaldamento globale. Ma terremoti e tsunami cosa c’entrano, di grazia?

In attesa di partecipare ai corsi di cui sopra, il cui allestimento immaginiamo ormai prossimo, ci limitiamo a ricordare che nel 2018, solo in Indonesia, i terremoti di Lombok e dell’isola di Sulawesi hanno prodotto migliaia di vittime e di dispersi. Vittime oggi addebitate dal Corsera non alla normale attività sismica del pianeta, bensì alla sua “febbre” da CO2.

Ma non azzardatevi a mettere in dubbio questa scientifica connessione, mica sarete dei negazionisti!

Non c’è nessun dubbio: il caldo fa male, specie in redazione.

Sostieni SOLLEVAZIONE e Programma 101






GRETA REVENGE di Francesco Neri

[ 15 marzo 2019 ]


La bambina per conto suo va a Davos e fa “tremare i potenti”.

Quegli stessi potenti che stanno uccidendo 400 bambini al giorno in Yemen, e 22mila al mondo da sempre di fame, che hanno ucciso Sankara e altri ventidue capi africani, Mattei, Moro, Kennedy, Gheddafi, Saddam Hussein; che hanno fatto 228 anni di guerra su 260 di esistenza, 110 colpi di stato…..


Quelli che spendono per ogni bambino che muore di fame 60mila dollari al giorno in armi, invece di 60 centesimi per salvarlo….
Quei potenti che in 26 posseggono più dei 3,7 miliardi più poveri.

Costoro, hanno visto Greta, e hanno tremato………

Morto Osama Bin Laden, sparito ISIS, ora c’è Greta….

Al di la dei dati meramente ambientali, questa è stata una poderosa prova di forza mediatica.
Avete mai visto gli studenti per strada negli ultimi anni ?
Per il sociale ? Per la sanità, per il lavoro, contro la loro stessa emigrazione ? ZERO.

Loro, con due treccine e una faccia un po’ strana di bambina in due mesi ci hanno portato mezzo mondo per strada. 

Gran colpo. 


Il Deep State globale ha ancora le armi di ipnosi di massa al 100% e le sa usare, e il nostro sistema immunitario anti cazzate, è ancora fetale….tant’è.

Noi parliamo di ambiente da anni, da decenni, e ora che arriva il conto loro vanno alla cassa, ma da cassieri….
A noi ? Vestiti da colpevoli, dietro alle treccine….il compito di pagare.

Avete mai sentito Mattarella e Merkel parlare di ambiente o di empatia ?

Gli stessi che hanno telefonato alle TV del mondo, a Davos, al Parlamento Europeo, agli editori, ai giornali, ecc. hanno telefonato a Mattarella e a Merkel.
E hanno telefonato per dare ordini.

Il loro potere, in ultima analisi, è quello che noi diamo loro.

E lo diamo loro, credendo loro.


Sostieni SOLLEVAZIONE e Programma 101