Browse By

UN VIDEO IMPRESSIONANTE di Sandokan

 704 total views,  2 views today

[ venerdì 5 luglio 2019 ]

Molto si è scritto e detto sulla vicenda di Carola Rackete e della Sea Watch3.
Giorni addietro avevo definito l’operazione una PROVOCAZIONE PERFETTA.
Temevo che Salvini, con la sua proverbiale sicumera, avrebbe sbattuto il muso. 
Così, mi sembra, è stato. 
Salvini è infatti furibondo visto che l’eroina no-border, malgrado la sua enorme provocazione, è uccel di bosco. 
Nelle ore in cui infuriava la polemica in diverse parti del Paese la ex-sinistra, Pd in prima linea, si è mobilitata a difesa della capitana. Un flusso assordante di discorsi pietisti e filantropici, amplificato dai media di regime.
Dal pozzo nero dell’immigrazionismo meticcioso, camuffati dal solito stucchevole pietismo filantropico, sono usciti zampilli di vera e propria merda.
Come in questo sit-in svoltosi a Roma.
Ascoltate gente, ascoltate!

image_pdfimage_print

9 pensieri su “UN VIDEO IMPRESSIONANTE di Sandokan”

  1. Anonimo dice:

    Salvini fa il furibondo perché questa è la parte in commedia che gli conviene. In realtà è felice perché il suo consenso continua a salire anche grazie agli immigrazionisti meticciosi. I quali son contenti pure loro perché riescono ad avere il loro piccolissimo miserabile momento di gloria anche restando del tutto irrilevanti. E più Salvini sale nei consensi più loro saranno felici (ma vi diranno il contrario) perché c'è ancora una parte in commedia per loro nonostante contino lo zero virgola niente.

  2. Unknown dice:

    ALLUCINANTE!!! Questa è gente pericolosa, ma pericolosa assai! E' disturbata, questi saranno i capò che ci porteranno ai moderni forni crematoriSaverio

  3. Luca Tonelli dice:

    Del resto è risaputo che le culture indiana araba e centrafricana sono superiori alla nostra quanto a civiltà democrazia rispetto delle minoranze e delle donne.Una cosa vera la dice. Ci stiamo suicidando come civiltà

  4. yakoviev dice:

    E' solo una riproposizione in chiave contemporanea (ma non poi più di tanto) del "mito del buon selvaggio". Nell'epoca di oggi il "buon selvaggio" è tale quando ha bisogno di aiuto, quando deve essere raccattato dai barconi, quando deve essere "accolto", magari quando ci "contamina" o ci coinvolge nelle sue danze etc. Non appena il "buon selvaggio" rivendica la sovranità sul suo territorio, il diritto di scegliersi il suo modello sociale e il diritto di trattare da pari a pari con tutti senza interferenze non gradite diventa immediatamente "canaglia", "tiranno" etc. e va bombardato.

  5. Anonimo dice:

    Attenzione però a non scivolare nel piccolo nazionalismo italiano giolittiano.Il disegno italiano o sarà mediterraneo e dunque universalistico o non sarà. Giolitti fu travolto, sul piano politico, dai disegni di potenza mediterranei mussoliniani. A noi italiani, per destino storico e futuro strategico, conviene una Asia forte che torni al centro. Per quanto possa sembrare strano e assurdo, questa cultura suicida e nichilista – come nel video – fa il nostro gioco molto più del piccolo nazionalismo filoccidentale. La grandezza italiana non è mai legata alla grandezza e alla centralità d'Occidente, il contrario. Basta conoscere la storia.

  6. Anonimo dice:

    https://www.marcelloveneziani.com/articoli/cosa-resta-del-metodo-bibbiano/E questo allora? E' questa la battaglia fondamentale oggi

  7. Anonimo dice:

    "Noi bianchi?" E' possibile attribuire qualità o difetti collettivamente "ai bianchi"? Questi cercano di importare qui la schifosa complexio oppositorum razzismo-identity politics americana! Social Justice Warriors de noartri shut the fuck up!

  8. Graziano da Praga dice:

    La cosa più curiosa – ma sintomatica della follia collettiva di certi stracci di sedicente sinistra, è che costoro sono più ralisti del re. La capitana tedesca ha si ricevuto un appoggio diplomatico per dovere d' ufficio dal Presidente, ma i commenti della stampa seria sono stati molto critici contro l'eroina dagli autoproclamati nobili intenti giocati sulla pelle altrui. Il "Südkurier" di Costanza l' accusa direttamente di favorire i profitti degli scafisti con le sue private Odissee pubblicitarie "Wir brauchen keine private Schiffe auf politischer Demo-Odyssee.Vor allem nicht, wenn Ihre Touren den Schlrusern satte Gewinne bringen" . E concludendo la lettera aperts sctitta alla capitana il commentatore conclude ricordando che propio per effetto della chiusura dei porti italiani di fatto il numero degli annegati è diminuito. E si badi bene, lo scrive un commentatore noto per le sue aspre critiche all' attuale governo italiano. Un esempio di decenza e oggettiva valutazione dei fatti che mai vedremo da parte degli "umanitari" dai candidi manti, gente alla quale è perfettamente inutile presentare i fatti poichè cimr il fesso del villaggio, se gli mostri la luna guardano il dito.

  9. Anonimo dice:

    La stupidita`e l`autolesionismo delle compagne di pseudosinistra si manifesta al meglio allorquando si pensi che tutte le lotte femministe per l`indipendenza e la dignita` della donna degli ultimi decenni saranno azzerate dall`avvento prossimo futuro dell`Islam nei paesi occidentali. Quanto la cultura islamica sia rispettosa della figura femminile e` cosa nota, per cui il fervore, il livore, l`accanimento con cui le sinistroidi radicalchic combattono a favore del meticciamento e` inquadrabile solo come masochismo puro. Evidentemente sono desiderose di burqa, umiliazione e lapidazione «inclusive».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.