Browse By

AMODEO: LA TERZA FESSERIA di Piemme

 1,596 total views,  3 views today

Platone raccontava che Socrate considerava se stesso “il tafano che teneva sveglio il cavallo di Atene”.
Non me ne vogliamo gli ecumenisti del sovranismo, gli irenisti per cui “unità di tutti quelli che sono contro l’euro punto e basta”.

Siccome a qualcuno dovrà pure toccare lo spinoso compito di fare il “tafano del poliverso sovranista”, mi tocca segnalare, dopo la prima fesseria di Francesco Amodeo, quella per cui lo Stato unitario italiano sarebbe nato niente meno che sotto la puzzolente stella dei Rothschild, la terza, che politicamante è anche più grave della prima.

Siamo alle solite: in un sermone apparentemente innocente, Amodeo infila la pillola avvelenata.

Prendendo a pretesto la vicenda del 5G ed i danni che può rappresentare per la salute pubblica, e giustamente denunciando la torbida operazione della Task Force capeggiata di Vittorio Colao, conclude il suo pistolotto su RADIO RADIO con queste testuali parole:

«Ma la questione più preoccupante è quella geopolitica, totalmente ignorata dai media italiani. Trump in piena pandemia ha pubblicato sul sito della Casa Bianca il “5G security act” in cui dice che smetterà di condividere informazione di intelligence con i Paesi Nato che adotteranno la tecnologia Huawei e che non verranno più trattati come alleati. Questo è il rischio che corre l’Italia, un pericolo più grave della pandemia che manderà per sempre in quarantena i rapporti con l’amministrazione americana».

Il suo è infatti un aperto endorsement alla NATO, quindi alla sudditanza Italiana rispetto agli Stati Uniti d’America. Una dichiarazione “geopolitica” pesante, con cui Amodeo si mette pornograficamente a nudo, ovvero in chiara prossimità con le destre più atlantiste.

Amodeo con Fusaro e Scardovelli a Milano il 24 novembre 2019

Voi siete stupiti? Io no. Mica è un caso che a dicembre — seconda fesseria —, poche settimane dopo aver strombazzatao a destra e a manca la sua adesione a Vox Italiae, se n’è andato sbattendo la porta poiché Vox ha respinto al mittente la sua proposta di fare un’alleanza stringente con la Lega e Fratelli d’Italia.

Converrete con me che il “sovranista” Amodeo è come minimo zoppicante, per non dire subdolo.

Di “patrioti” di questo stampo che ci facciamo?

image_pdfimage_print

6 pensieri su “AMODEO: LA TERZA FESSERIA di Piemme”

  1. Aldo dice:

    Convengo al 100 %

  2. fabio dice:

    PM non mi convince. Il suo è il classico massimalismo che per un verso divide invece di unire. Non è così che si ripristina lo spirito del FLN o della Costituente. Per altro è un atteggiamento settario che non fa i conti con la geopolitica. Amodeo non piace neppure a me. Però il suo ragionamento geopolitico è corretto e realistico. Lui opina che allearsi con l’imperialismo cinese sia peggio che rimanere in quello angloamericano. Su questo si può discutere. Chiudere invece, sulla base che il suo è un discorso di destra piuttosto che di sinistra e che perciò del suo patriottismo non sappiamo che farcene, butta male. Siamo ancorati a vecchi schemi fuorvianti, di cui le nuove generazioni non sanno che farsene. Caro PM, sono i giovani di oggi che non sanno più che farsene di vecchi strumenti politici ormai inservibili.
    Posso anche condividere l’opinione che l’alleanza con chicchessia sia inopportuna o incompatibile con la mia identità di sinistra. Non per questo, IN QUESTO FRANGENTE, lo sbatto fuori da un’alleanza strategica che dovrebbe avere come scopo principale unire tutti gli italiani contro un nemico che non è né di destra né di sinistra. Tant’è vero che questo nemico finanzia entrambi e attualmente sta fortemente sostenendo la sedicente sinistra italiana. Certe categorie vanno resettate, altrimenti non ci seguirà nessuno.

    1. Anonymous dice:

      Concordo.
      Qui si fa un gran parlare in astratto ispirandosi a miti del passato che sono morti e sepolti sotto le macerie della loro stessa utopia.
      Tra l’altro trovo che questa anacronistica dicotomia tra destra e sinistra sia stata, e lo sia tutt’ora, funzionale all’orrendo disegno di una certa sinistra istituzionale, intesa nella sua accezione più ampia, che ha reso il Paese vittima di un sistema abbandonato alla finanza globalizzata, malata di deregolamentazione.
      La stessa sinistra che con privatizzazioni scellerate ha distrutto gli asset strategici del Paese e ci ha immerso in un sistema monetario governato dalla finanza speculativa, con buona pace degli ideali socialisti.
      Sconcertante è vedere che non si ravvede nemmeno di fronte all’emergenza, anzi ancora tenta di difendersi, a proposito di propaganda del terrore, agitando lo spettro dei nazionalismi.

      La destra e il M5S non sono l’approdo, ma possono essere la testa di ponte, avendone il peso elettorale, per arrivare alle istituzioni della Repubblica e tentare di riconquistare quel minimo di sovranità nazionale che ci permetta di pensare a come resistere alla crisi economica che si abbatterà sul Paese.

      O pensate di fare una rivoluzione?

  3. RobertoG dice:

    Li spediamo a fratelli d’Italia, dove in compagnia di Giorgia Meloni che ha l’abbonamento sulla tratta Roma-Washington si troverà benissimo.

  4. Diana DE Pietri dice:

    Credo che Amodeo abbia individuato nell’Unione Europea il nemico principale. In termini marxisti-leninisti quella sarebbe la contraddizione principale. Quindi le allenze si fanno in base a questa analisi. Salvini e Meloni, almeno in certi momenti sono apparsi anti Unione. Cosí meglio USA che Cina per lo stesso motivo, giacché parrebbe che Germania and company abbiano scelto la Cina per il 5G.

  5. Francesco dice:

    Non conosco abbastanza l’operato di Amodeo, quindi non posso esprimermi sul suo conto. Riguardo Salvini, invece, mi (e vi) pongo una domanda: per quale motivo egli ha SEMPRE sbraitato contro l’eventuale ingresso della Turchia nella UE nonostante il suo PRESUNTO (…MOLTO PRESUNTO) antieuropeismo? Se egli fosse stato veramente intenzionato a far uscire l’Italia dalla UE avrebbe dovuto fregarsene della possibile entrata della Turchia nella stessa UE. …Mi sbaglio??

    Francesco F.
    Manduria (Ta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *