Browse By

NON CADREMO NELLA TRAPPOLA DELLA SPIRALE DI VIOLENZA E CONTRO-VIOLENZA

 498 total views,  3 views today

«Non cadremo nella trappola della spirale di violenza e contro-violenza»

Comunicato stampa 30 agosto 2021

E’ sotto gli occhi di tutti, contro il cosiddetto “green pass” e l’obbligo vaccinale, in difesa della libertà di scelta terapeutica e della democrazia, è sorto un grande movimento di massa.

Un movimento che vede la partecipazione consapevole dei più diversi soggetti sociali: dai lavoratori della sanità e della scuola, alle partite Iva, agli studenti.

E’ una nuova e tenace resistenza quella che sta sorgendo, essa può e deve crescere, espandersi acquistare forza e autorevolezza. Ma essa ha diversi nemici, esterni ma pure interni, anzitutto un potere tetragono deciso a fondare un nuovo regime autoritario e tecnocratico.

Visto che il terrorismo psicologico e le minacce non hanno fermato le proteste, il potere ha messo nel conto di usare il pugno di ferro per soffocare questo movimento nella sua culla. Sappia, chi detiene il potere, che noi non ci faremo intimidire.

Davanti ad una eventuale offensiva repressiva sapremo difenderci mettendo in campo vincenti azioni di disobbedienza civile di massa. Non cadremo quindi nella trappola della spirale di violenza e contro-violenza.

Per questo, pur sentendoci vicini al sentimento di rivolta di tanti cittadini, denunciamo apertamente coloro i quali, si tratti di soggetti nascosti dietro all’anonimato o sciagurati personaggi che si muovono tra ambienti avventuristi e di malavita, vanno lanciando azioni di forza bellicose: dai blocchi delle autostrade e delle stazioni ferroviarie, agli assalti al Parlamento.

Per un movimento che sta muovendo i primi passi questa fuga in avanti sarebbe un suicidio e presterebbe il fianco proprio al potere che non vede l’ora di fermare i moti di rivolta.

Per questo, mentre condanniamo questi esagitati, invitiamo tutti i cittadini risvegliati a non seguire le loro indicazioni ambigue e velleitarie ed a proseguire nelle mobilitazioni in corso, città per città, fino alla grande manifestazione nazionale del 25 settembre a Piazza San Giovanni a Roma.

Certo che dovremo bloccare la macchina diabolica del potere, ma potremo farlo quando saremo in grado di avere con noi milioni di cittadini consapevoli e ben organizzati. E quando saremo milioni tutto sarà possibile, anche la resa dei conti con i criminali abusivi che occupano le istituzioni della Repubblica.

Fronte del Dissenso

frontedeldissenso@gmail.com

Pagina Facebook: Fronte del Dissenso

Canale Telegram: FRONTE DEL DISSENSO

image_pdfimage_print

2 pensieri su “NON CADREMO NELLA TRAPPOLA DELLA SPIRALE DI VIOLENZA E CONTRO-VIOLENZA”

  1. Cittadino dice:

    E puntuale è arrivato il piagnisteo su HP.

    Proprio sul gruppo di cui sospettavate e che mostrava una comunicazione rozza come … come … mmm … come quella degli sguaiati dei talk show o dei televirologi (tu chiamale se vuoi coincidenze).

    Giovanni

  2. adriano ottaviani dice:

    E facciamola pure questa manifestazione, facciamola pacificamente, però bisogna che da tutto il fronte sovranista giunga pure un’analisi della modalità con cui si è affrontata la pseudo-pandemia:
    Bisogna spiegare come mai in un anno e mezzo si sia riuscito solamente a indire 3-4 manifestazioni di rilievo, e bisogna darsi una spiegazione del perché siamo stati così totalmente ininfluenti.
    Cosa ci ha bloccato?
    Dobbiamo far finta di non saperlo?
    Avevamo un fenomenale aggancio dialettico da usare e non lo abbiamo usato, potevamo appropriarci del tema delle terapie domiciliari, dovevamo denunciare il piano di boicottaggio di tutte le cure possibili, dovevamo stroncare la narrazione dominante svelandone la criminalità intrinseca.
    Invece hanno prevalso i timori di chi temeva di poter essere additati come “negazionisti”.
    Siamo stati moderati nel momento peggiore in cui essere moderati.
    La verità era semplice e squadernata davanti a tutti: si sono fatte morire migliaia di persone impedendo le cure, impedendo le autopsie e le visite a casa dei medici.
    Questo non è stato fatto e il fallimento ormai è completo, i nostri poveri concittadini veramente credono che esista un vaccino salvifico e chi non se lo fa è un nemico dell’umanità.
    Ma sì, facciamola questa manifestazione, così ci salutiamo…prima della galera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *