Browse By

PER LA PACE, SÌ, MA QUELLA VERA di Fronte del Dissenso

 492 total views,  3 views today

Pubblichiamo di seguito il testo del video realizzato dal Fronte del Dissenso in vista della manifestazione nazionale di Bologna (sabato 12 marzo, ore 15:00).

MANIFESTAZIONE NAZIONALE

I veri aggressori

I russi si sentono minacciati dalla NATO e hanno ragione. Dicevano che l’alleanza atlantica era nata per difendere il capitalismo occidentale dal “pericolo comunista” ma, sparito questo “pericolo”, la NATO, invece di sciogliersi, ha fatto entrare altri 13 paesi dell’Europa orientale, circondando così la Russia di basi militari e missilistiche. Peggio ancora hanno tramato per far entrare nella NATO anche l’Ucraina (con la Moldavia e la Georgia). Pure i santi, a posto dei russi, avrebbero perso la pazienza!

Lupi vestiti d’agnello

I governanti americani e dei paesi NATO fanno i buonisti e piangono per gli ucraini. Ma sono la smania di continuare a dominare il mondo, il folle disegno strategico di mettere in ginocchio la Russia, le vere cause della reazione di Mosca. Se questi lupi avessero avuto a cuore la pace, non avrebbero respinto la legittima richiesta russa di una Ucraina neutrale, mai avamposto militare della NATO. Lupi bugiardi: invocano la sovranità dell’Ucraina ma sono gli stessi che in nome dell’Europa la tolgono al nostro Paese e decidono chi debba governarci e come.

Isteria antirussa

I governanti occidentali, italiani compresi, nella loro isteria anti-russa accusano Putin di aver causato “la prima guerra nel cuore dell’Europa”. Falso! La prima guerra nel cuore dell’Europa la scatenarono proprio loro nel marzo del 1999, con lo spaventoso attacco alla Jugoslavia ribelle: vennero sganciate sulla Jugoslavia più bombe che durante tutta la seconda guerra mondiale (38 mila missioni aeree e 24 mila bombe, anche all’uranio impoverito). Do you remember Mr D’Alema?

Guerrafondai

Avevamo già udito queste accuse ai tempi della loro sanguinosa guerra all’Iraq. Questi guerrafondai, bollato l’Iraq come “stato canaglia”, col pretesto di inesistenti “armi di distruzione di massa”, giunsero ad occupare e  distruggere quella nazione, applicando una vera e propria politica di sterminio — mezzo milione di bambini morti a causa delle sanzioni dopo la prima “Guerra del Golfo” del 1991, 500mila iracheni uccisi durante la seconda invasione del 2003. Do you admit that Mr Berlusconi?

Eredi di Hitler

Nella loro campagna di menzogne questi imbroglioni giungono ad accusare Putin di essere un “fuorilegge” e lo definiscono addirittura un “malato di mente”, un nuovo Hitler. In verità sono proprio questi pazzi, con la loro pretesa di domare l’orso russo, gli eredi del Führer. Proprio loro, sostennero la rivolta denominata “euromaidan” permettendo ai neonazisti ucraini di salire al potere.

Anche l’Italia è in guerra

Con sanzioni mai viste prima, la stessa Unione europea, ubbidendo ai comandi del Pentagono e della NATO, ha dichiarato guerra alla Russia (è un’azione di guerra anche strangolare un paese economicamente). I pazzi, pur consapevoli del rischio di un conflitto atomico, si preparano a riarmare la Germania e ad inviare in guerra battaglioni di mercenari. Da parte sua il governo italiano, noncurante delle sofferenze a cui sottoporrà il popolo lavoratore ma col sostegno un Parlamento di scellerati, ha deciso l’invio di armi all’Ucraina. Si tratta di un flagrante  e avventuristico atto ostile contro la Russia, contrario agli interessi nazionali ed in palese contrasto con l’art. 11 della Costituzione. Is’nt that Mr Draghi?

Il nemico ce lo abbiamo in casa

Sapete perché vogliono far fuori Putin? perché difende la dignità e l’identità storica e spirituale del suo popolo, e respinge il diabolico disegno delle élite occidentali di un governo mondiale tecnocratico in cui non c’è posto per popoli fieri e nazioni sovrane. Queste élite sono le stesse che hanno organizzato l’operazione covid, asservito i cittadini, adottato norme liberticide fino al cosiddetto “green pass” che istituisce un regime di vera e propria segregazione sociale di chi resiste e si ribella alla loro dittatura. I malvagi che attaccano la Russia in nome dei valori di libertà e democrazia, sono gli stessi che qui da noi tolgono il diritto al lavoro e alla vita coloro che non si sottomettono alle loro regole biopolitiche di tirannia. Guerra e pandemia stessa strategia! Dopo aver addomesticato i cittadini con l’arma del covid ora vogliono intrupparli come guerrieri nella crociata contro la Russia.

La soluzione c’è

Ogni nazione ha il dovere di rispettare l’indipendenza altrui, ma possiede anche il diritto di proteggersi dall’eventuale minaccia di accerchiamento da parte di potenze apertamente ostili. La soluzione per la pace in Europa (e nel mondo) c’è: prendere atto che è finità l’epoca della supremazia imperialistica americana, sciogliere la NATO, sostenere un mondo multipolare basato sul rispetto della dignità di ogni popolo e della sicurezza di ogni nazione sovrana.

Per un’Italia neutrale

Avendo a cuore la pace e gli interessi del nostro popolo il FRONTE DEL DISSENSO condanna la velenosa campagna di odio verso la Russia; chiede l’abrogazione delle sanzioni e respinge l’invio di armi all’esercito ucraino; propone di stabilire accordi di cooperazione e fratellanza con la Russia come con tutti gli altri popoli; chiede a tutte le opposizioni patriottiche e democratiche di mobilitarsi per una pace giusta e l’uscita dell’Italia dalla NATO affinché diventi un paese neutrale e non allineato.

GUERRA E PANDEMIA, STESSA STRATEGIA!

FERMIAMO I PAZZI CHE VOGLIONO FARE LA  GUERRA ALLA RUSSIA!

PER UNA PACE GIUSTA, UCRAINA NEUTRALE E SCIOGLIMENTO DELLA NATO!

RISTABILIRE IN ITALIA LA DEMOCRAZIA E I DIRITTI CIVILI E SOCIALI!

VIA IL GREEN PASS!

VIA IL GOVERNO DRAGHI!

sabato 12 marzo, alle ore 15:00, BOLOGNA

MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LA PACE, QUELLA VERA!

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.