Browse By

SENTENZA INFAME di Fronte del Dissenso

 374 total views,  1 views today

Così è deciso, ingiustizia è fatta! 

La gravità della pronuncia della Corte (In)Costituzionale che ha sostanzialmente avallato, convalidato e legittimato l’illegalità di quei provvedimenti che per anni hanno consumato, fino a svuotarla, la stessa titolarità e l’esercizio dei diritti e delle libertà individuali, non ha trovato sorpreso nemmeno chi, tra noi, ha saputo ostinarsi, fiducioso, in un sistema che non merita ormai alcun rispetto.

Non ci deve sorprendere che il più importante organo di garanzia, che presiede al controllo e alla conformità di ogni atto avente forza di legge della Repubblica Italiana alla sua Carta Costituzionale, resti di fatto intrappolato nella funzione di semplice servizio a un sistema di potere il cui epicentro è ben più vasto dei palazzi capitolini.

Non ci deve sorprendere che, per legittimare atti che non hanno tutelato né i diritti né la salute dei cittadini, la corte abbia accettato di pagare il costo di delegittimare alla radice proprio quei diritti fondamentali sui quali avrebbe dovuto invece esprimersi. Whatever it takes? Da copyright…®

Non ci deve sorprendere che in una fase di trasmutazione antropologica, se non di transizione o transumanesimo per i più arditi, gli interessi e le dinamiche dell’ultra capitalismo, del cyber capitalismo, del trans capitalismo, dettino l’agenda delle Corti, e le interpretazioni delle leggi che “governi governati” hanno voluto promulgare, perseguendo prima ancora che una asservita e orrenda globalizzazione di economie e  mercati d’elite, il progressivo smantellamento dell’identità biologica, sociale e culturale dell’essere umano.

Non ci deve sorprendere che l’asserito progresso scientifico “alla velocità della scienzah” si palesi, blaterando anche per bocca di una Corte che ha saputo financo negoziare la sicurezza di un farmaco sperimentale con la “proporzionalità” e la “ragionevolezza” del legislatore che ne ha imposto la somministrazione.

Non ci deve sorprendere che la moltitudine di studi scientifici, che pure dimostrano la pericolosità del farmaco, con incremento di eventi avversi seri e fortemente invalidanti quando non letali, ormai noti anche ai più refrattari, non abbiano ricevuto ascolto. Per ragioni procedurali o di merito, non cambia.

Non ci deve sorprendere che a un farmaco costruito al fine di barattare diritti e libertà, avanguardia di un controllo sociale sempre più capillare, secondo l’orrenda logica premiale che tutto sorveglia, sia stato consentito di valicare, e di violare, i confini della nostra integrità, della nostra dignità, del nostro corpo.

Dovremmo invece sorprenderci se, accanto all’inerzia delle istituzioni, seguisse la nostra!

Dovremo sorprenderci se davvero non capiremo che questo è solo un altro passo verso l’attuazione di quell’agenda globalista che ci vuole bisognosi di terapie inesistenti, ma disponibili a qualunque tipo di baratto. Che ci vuole soggiogati dal bisogno, impauriti e infine…vinti.
Invece, nessun attacco ci troverà sorpresi.

E che sia chiaro, consapevolezza e coscienza sono e resteranno vive, sane, salde e vitali.

I nostri corpi capaci, le nostre menti attente e tutrici amorevoli di quell’impegno politico senza il quale, la stessa Costituzione è, o rischierebbe di rimanere, solo un pezzo di carta ….

image_pdfimage_print

Un pensiero su “SENTENZA INFAME di Fronte del Dissenso”

  1. Graziano+PRIOTTO dice:

    Nessun cane da guardia morde il proprio padrone ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *