Browse By

Archivio tag: Ingroia

MPL (59) SÌ, QUESTA VOLTA FESTEGGIAMO!

COME VOLEVASI DIMOSTRARE Risultati elettorali: gli euristi in minoranza nel paese e la fine della seconda repubblica Segreteria nazionale del Mpl Sì, diciamolo subito: stasera per la prima volta possiamo festeggiare un risultato elettorale. Vediamo il perché, per grandi linee ed in maniera sintetica, pur

ELEZIONI: UN’EQUAZIONE SENZA INCOGNITE

Le tre speranze della borghesia globaleDi Piemme Un gay ha il pieno diritto di rivendicare con orgoglio il proprio  modo d’essere. Non ha tuttavia il diritto di prenderci per il culo. Nel disperato tentativo di risalire la china del consenso perduto Nichi Vendola non perde

DA INGRAO A INGROIA, DI MALE IN PEGGIO

Le ricette di Ingroia e le epistole di Ferrero di Emmezeta «Perché candidare premier, nel cuore della più buia delle recessioni, un signore che ammette candidamente di non capire un’acca di economia?» Almeno Ingroia non ha un’agenda, bensì – parole sue – una ricetta. Rallegrati da

PIU’ DELL’ONOR POTE’ IL DIGIUNO

I Tre M…anettari Piangete di meno, ragionate di più di Leonardo Mazzei*Non se ne può più. Se chi usa l’arma del «voto utile» mostra con chiarezza l’assenza di argomenti migliori, chi se ne lamenta, perché vittima designata, è ancora più stucchevole ed insopportabile. Sarebbe come se

IL PASTICCIACCIO ARANCIONE…

Era meglio non denudarsi … Per un piatto di lenticchie di sollevAzione Che il parto arancione sia diventato un aborto, pare non sia solo una nostra sensazione, ma si vada ora dopo ora consolidando come senso comune nella sinistra che passa per radicale. Il fattore che

RIVOLUZIONE CIVILE: CHE DELUSIONE!

CHI INGOIA INGROIA? Questa mattina il Pubblico ministero palermitano ha ufficialmente presentato se stesso come capolista e candidato premier della lista degli arancioni, più precisamente nominata «Rivoluzione civile INGROIA». Colpisce il suo nome scritto in grande, in perfetto stile berlusconian-seconda-prepubblica. Il simbolo esprime, in perfetta

DALL’INGRAISMO ALL’INGROISMO

De Magistris, Ingroia, Di Pietro Dieci domande ad Antonio Ingroia di Leonardo Mazzei* Una volta erano gli “intellettuali organici” che si ponevano, via partito, alla testa del movimento sociale. Oggi come araldi ci si mettono tre magistrati manettari. Prima era la classe proletaria il soggetto,

ALBA: CAMBIARE SI PUÒ?

L’affollata assemblea nazionale convocata da ALBA Di buone intenzioni è lastricato l’infernodi PiemmeGiudico positivamante che un pezzo della vecchia “nobile” sinistra, dopo un ventennio di corresponsabilità tremende con le classi dominanti —anche in nome dell’europeismo— si siano convinte a spezzare il cordone ombelicale col Pd

image_pdfimage_print