Browse By

Tag Archives: Italexit

CHI SI FIDA È PERDUTO

Ieri Mazzei ha spiegato la trappola che si nasconde dietro alla proposta franco-tedesca del “Recovery Fund”, quindi perché l’euforico ottimismo con cui essa è stata accolta a Roma, è pressoché infondato. Non si tratta soltanto della insufficienza delle risorse, né solo del fatto che la

CIO’ CHE BUSSA ALLE PORTE di Sandokan

La confezione di una merce è importante, tanto più se essa è una patacca ed occorre dunque trarre in inganno l’acquirente. Il tanto atteso decretone per fare fronte alla catastrofe economica e sociale in arrivo, è in dirittura d’arrivo. L’hanno battezzato con un nome altisonante:

DISASTRO IN ARRIVO di Leonardo Mazzei

I giornali di stamane informano: a marzo la produzione industriale è diminuita del 29,3%, mentre 270mila negozi (stima prudenziale della Confcommercio) sono destinati alla chiusura. Sono solo due dati tra i tanti, ma bastano e avanzano per dare la misura del disastro. Che il confinamento

LA SOVRANITÀ TEDESCA di Piemme

“Specchio specchio delle mie brame, chi è il più sovrano nel reame?” Che in seno all’Unione fosse la Germania non era un mistero. Ha un nome impronunciabile la Corte costituzionale tedesca (Bundesverfassungsgericht). Si attendeva con ansia la sua sentenza in merito alla ammissibilità, ovvero la

ITALEXIT O AGONIA di Piemme

Ci vuole una bella faccia tosta a presentare il vertice dell’Unione europea come un successo. Non è quella che manca a Conte. Il lettore si aspetterà che spieghiamo quelle che, con gergo liberista, vengono chiamate “tecnicalità” e/o “condizionalità” dell’accordo raggiunto tra i capi di stato

IL NOSTRO PERCORSO di Umberto Spurio*

L’uscita dall’area euro sta diventando una consapevolezza sempre più diffusa. Non è questo lo spazio adeguato per elencare i passaggi che dovranno necessariamente accompagnare questa azione che, da sola, indubbiamente potrebbe essere insufficiente e persino pericolosa. Da autorevoli intellettuali del mondo degli economisti e di

CIP E CIOP di Sandokan

Nella conferenza stampa di ieri sera Conte ha preso a pesci in faccia Salvini e Meloni, i quali sono andati su tutte le furie. Per la verità, come si dice, “li ha presi in castagna”. Da giorni, in vista del vertice europeo dei ministri delle

image_pdfimage_print