Browse By

Archivio tag: neoliberismo

CONTRO IL GRANDE RESET di Moreno Pasquinelli

«Per salute non si deve intendere soltanto la conservazione della vita, a qualunque condizione; ma una vita per quanto possibile felice». Thomas Hobbes PREMESSA L’idea di fondo di chi scrive è questa: il turbocapitalismo neoliberista, anzitutto occidentale, è entrato da tempo in una crisi mortale,

IL PARTITO DI CUI C’È BISOGNO di LiT

Liberiamo l’Italia svolgerà il 28 novembre la sua prima conferenza nazionale per delegati. Pubblichiamo le Tesi sulla questione del  Partito che saranno sottoposte alla Conferenza. Qui il Documento Politico pubblicato ieri. IL PARTITO DI CUI C’È BISOGNO Bozza di Tesi in vista della I. Assemblea

GEOPOLITICA ED ELEZIONI AMERICANE di Manolo Monereo

Quattro anni fa avevo predetto la vittoria di Donald Trump su Hillary Clinton. Adesso le cose erano più chiare, forse troppo. L’usura del presidente americano sembrava evidente e i sondaggi prevedevano una netta vittoria per il duo Biden / Harris. Sono rimasto sorpreso dalla coerenza

MARCIA DELLA LIBERAZIONE: MENO 11

MARCIA DELLA LIBERAZIONE LAVORO, REDDITO, SOVRANITA’, DEMOCRAZIA 10 ottobre 2020, h. 14:00 Piazza San Giovanni – Roma Intervento di Alessia Vignali, psicologa www.marciadellaliberazione.it Adesioni Promotori e Comitato organizzatore per aderire: segreteria@marciadellaliberazione.it Vogliamo la fine del neoliberismo, un modello economico e di pensiero che sfrutta molti

DOVE VA IL TURBO-CAPITALISMO? di Raffaele Picarelli

I fondi europei per la ripresa post Covid-19 sono destinati quasi esclusivamente a creare un ambiente favorevole all’aumento dei profitti. Ne fanno la spesa i contratti nazionali di lavoro, il lavoro stabile, la legalità e il carattere dell’istruzione pubblica. L’ultima metamorfosi di Proteo: il modello

LA CHIMERA 4.0 di Sandokan

Ieri Zingaretti, esultante per la tenuta del Pd, è comparso su diverse televisioni affermando che adesso occorre andare avanti — ce lo chiede l’Europa — con “gli investimenti per creare posti di lavoro, quindi anzitutto nelle nuove tecnologie digitali” …. Non è mai chiaro se

SALVINI: AL PEGGIO NON C’È LIMITE di Sandokan

Matteo Salvini dopo il Papeete passa da una bestialità ad un’altra, quella successiva più grande delle precedenti. Ci si chiedeva perché mai fece cadere il governo giallo-verde. La risposta venne presto, quando dichiarò che l’euro era irreversibile, infine quando invocò l’arrivo di Draghi. Erano ulteriori

NON DISPONIBILI SUL MERCATO di Alceste De Ambris

Immaginiamo che in Paese si sviluppino incendi estesi e incontrollati (come è successo in Australia pochi mesi fa), e che dunque il numero di pompieri e di autopompe si dimostri insufficiente per gestire la situazione di emergenza. Sarebbe strano che i governo si limitasse a

image_pdfimage_print