Browse By

Archivio tag: rivoluzione civile

INGROIA SI CONFESSA

«Seppelllire i morti» di Marino Badiale* Fra i tanti aspetti interessanti, e degni di commento, di questa tornata elettorale, vi è il risultato della lista di Ingroia, che non riesce ad entrare in Parlamento. Come ha già detto Fabrizio, ne siamo davvero contenti. E’ da tempo

MPL (59) SÌ, QUESTA VOLTA FESTEGGIAMO!

COME VOLEVASI DIMOSTRARE Risultati elettorali: gli euristi in minoranza nel paese e la fine della seconda repubblica Segreteria nazionale del Mpl Sì, diciamolo subito: stasera per la prima volta possiamo festeggiare un risultato elettorale. Vediamo il perché, per grandi linee ed in maniera sintetica, pur

RIFONDAZIONE COMUNISTA AL CAPOLINEA

Sotto o sopra lo sbarramento di Leonardo Mazzei Le elezioni sono ormai alle porte. Lunedì sera conosceremo i dati fondamentali, e solo a quel punto sarà possibile analizzare la nuova situazione che ne sarà scaturita. Per noi sarà fondamentale misurare da un lato il grado

ELEZIONI: UN’EQUAZIONE SENZA INCOGNITE

Le tre speranze della borghesia globaleDi Piemme Un gay ha il pieno diritto di rivendicare con orgoglio il proprio  modo d’essere. Non ha tuttavia il diritto di prenderci per il culo. Nel disperato tentativo di risalire la china del consenso perduto Nichi Vendola non perde

DA INGRAO A INGROIA, DI MALE IN PEGGIO

Le ricette di Ingroia e le epistole di Ferrero di Emmezeta «Perché candidare premier, nel cuore della più buia delle recessioni, un signore che ammette candidamente di non capire un’acca di economia?» Almeno Ingroia non ha un’agenda, bensì – parole sue – una ricetta. Rallegrati da

PIU’ DELL’ONOR POTE’ IL DIGIUNO

I Tre M…anettari Piangete di meno, ragionate di più di Leonardo Mazzei*Non se ne può più. Se chi usa l’arma del «voto utile» mostra con chiarezza l’assenza di argomenti migliori, chi se ne lamenta, perché vittima designata, è ancora più stucchevole ed insopportabile. Sarebbe come se

RIVOLUZIONE CIVILE: CHE DELUSIONE!

CHI INGOIA INGROIA? Questa mattina il Pubblico ministero palermitano ha ufficialmente presentato se stesso come capolista e candidato premier della lista degli arancioni, più precisamente nominata «Rivoluzione civile INGROIA». Colpisce il suo nome scritto in grande, in perfetto stile berlusconian-seconda-prepubblica. Il simbolo esprime, in perfetta

image_pdfimage_print