Browse By

Archivi della categoria: Unione Europea

DAVOS: PEGGIO DI UN COMPLOTTO di Thomas Fazi*

Il WEF incapsula perfettamente la filosofia di base del globalismo: isolare la politica dalla democrazia trasferendo il processo decisionale dal livello nazionale e internazionale, dove i cittadini sono teoricamente in grado di esercitare un certo grado di influenza sulla politica, al livello sovranazionale, affidando a un gruppo autoselezionato di “stakeholder” non eletti e irresponsabili – principalmente aziende – il compito di decisioni globali riguardanti tutto, dalla produzione di energia e cibo ai media e alla salute pubblica…

CORRUZIONE GLOBALE di Francesco Santoianni*

Ma perché scoppia proprio ora lo scandalo del Qatar che paga sottobanco lobbisti mentre nessuna indagine della magistratura (non quella dell’inutilissima EPPO, la ‘Procura europea’) sfiora, ad esempio, Ursula Von der Leyen per i suoi sms con Pfizer e forniture di vaccino fatte con contratti segreti?…

SCIOVINISMO FRANCESE DI SINISTRA di Sandokan

Vedremo se gli sparuti seguaci italiani del tribuno francese avranno l’onestà di condannarlo, e di ricordargli non solo che la Francia ha abolito gli accordi di Shengen e da la caccia agli immigrati che dall’Italia passano la frontiera per poi rispedirli come criminali da noi; ricordino a questo cialtrone che solo nell’anno in corso, a causa degli sbarchi, l’Italia ha accettato più di 90mila immigrati! La Francia qualche decina…

L’UNIONE EUROPEA? È MORTA IL 9 OTTOBRE di Mauro Bottarelli*

Ci segnalano e volentieri pubblichiamo questo articolo di M. Bottarelli.
«È inutile che ci prendiamo per i fondelli: l’Europa è morta. Ufficialmente. Dopo una lunga agonia e un pietoso periodo di accanimento terapeutico, ora c’è anche la data del decesso: 9 ottobre 2022. Inutile disporre l’autopsia: si seppellisca il cadavere, prima che appesti l’aria…

SE CE L’HANNO CON VIKTOR ORBAN di Sandokan

Il cosiddetto “parlamento europeo”, con 433 voti favorevoli e 123 contrari, ha approvato un documento di enorme importanza simbolica e politica. Vi si dice che l’Ungheria di Vikor Orban è un “regime ibrido di autocrazia elettorale” (nei palazzi di Bruxelles l’Ungheria è bollata coma “la

BIELORUSSIA: CHI FOMENTA COSA? di Maurizio Vezzosi

Migliaia di persone sono accampate da giorni nei boschi in cui il filo spinato segna il confine tra Bielorussia e Polonia. Stando a quanto riportato dalla Croce Rossa di Minsk, i morti tra le persone arrivate in Bielorussia per tentare di raggiungere l’Europa occidentale sarebbero

IL PNRR SPIEGATO IN 6 PARTI a cura di Stefano Beneforti

ABSTRACT I prestiti e le sovvenzioni che arriveranno in Italia con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) non sono un regalo, ma hanno bensì lo scopo di orientare le scelte economiche fiscali e sociali nella direzione indicata dalla UE, con il suo green

SACRIFICI IN ARRIVO PER L’ITALIA di Leonardo Mazzei

Sacrifici in arrivo per l’Italia Sacrifici in ogni caso. Ma sacrifici pesanti e concentrati, o sacrifici più leggeri ma spalmati all’infinito nel futuro dell’Italia? Su questo mortifero dilemma discetta Federico Fubini sulle pagine del Corriere della Sera. Il suo editoriale parte da un dato di

I GIOVANI E L’UNIONE EUROPEA di Filippo Dellepiane

Ecco un argomento di cui certo non è facile parlare. Proviamoci, tuttavia, con l’ausilio dei dati. Chiaramente -necessaria puntualizzazione – a differenza dei nostri nemici li utilizzeremo soltanto come rampa di lancio per una trattazione che si spera più approfondita, né banale né semplificante. Secondo

DRAGHI AL TELEFONO… di Leonardo Mazzei

Draghi al telefono Draghi al telefono, un’emozione. Il 2 febbraio scorso, all’acme del suo incensamento mediatico, in uno studio de “la7” popolato da prezzolati lecchini, Bruno Tabacci fece sapere al mondo che quando Obama era in difficolta diceva ai sui collaboratori di chiamargli Draghi. “Chiamate

image_pdfimage_print