Browse By

IL MOMENTO DECISIVO di Leonardo Mazzei

Domande (e tentativi di risposta) sugli sviluppi della guerra Quali saranno gli sviluppi della guerra? Quali in Ucraina, quali in Medio Oriente? Queste ci paiono le domande fondamentali dell’oggi. Mentre le mortifere società occidentali sonnecchiano, nubi di tempesta s’addensano all’orizzonte. Gli ottimisti pensano che tutto

IMMIGRAZIONE, NAZIONE, CONFINI di Angela Nagle*

A proposito del Muro di Berlino Ronald Reagan affermava che qualsiasi ostacolo alla mobilità delle persone è una minaccia per l’intera umanità. Da allora le barriere alla circolazione dei capitali e della forza lavoro sono crollate in tutto il mondo, si è annunciata la fine

PERCHÉ SI SPACCANO I PICCOLI GRUPPI di Alessia Vignali

«L‘intelligenza, insomma, come unico antidoto alla follia, assieme alla strada lunga del lavoro contrapposta a quella breve della magia. Non ci sono scorciatoie né soluzioni prescritte». *   *   * Chiunque di noi abbia tentato, complici le circostanze degli ultimi anni, di aggregarsi in gruppo per

DICHIARAZIONE DI GUERRA di Leonardo Mazzei

«All’Occidente le cose non stanno andando come previsto. Sbaglia, tuttavia, chi pensa che a Washington ci si stia predisponendo ad una soluzione alla “coreana”, con un cessate il fuoco sine die sull’attuale linea del fronte ucraino…» *   *   * I 95 miliardi stanziati dal Congresso

NOI SIAMO LA RESISTENZA

NOI SIAMO LA RESISTENZADichiarazione finale del Forum di Roma “Quale futuro per la Palestina” Il Forum di Roma ha coronato due giorni di intenso lavoro approvando questa Dichiarazione Internazione. *   *.  * «L’operazione del 7 ottobre e le battaglie che ne sono seguite hanno dimostrato

SERVE MENO EUROPA? di C.P.R.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo Domande radicali sull’Unione europea. Sabato 27 aprile, ore 10,30-17,00. Roma, Centro Congressi Cavour, sala Cavour, via Cavour 50/A Il CPR – centro studi sulla Costituzione e la Prima Repubblica – ha organizzato un convegno intitolato Serve meno Europa? Domande radicali sull’Unione europea,

DI MALE IN PEGGIO di Fronte del Dissenso

Le elezioni europee e le forze “anti-sistema” E’ proprio vero, anche nelle vicende minori la storia tende spesso a ripetersi due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa. Se già nel disastro elettorale del 25 settembre 2022 gli elementi farseschi non mancavano