Browse By

IL PESSIMISMO DELLA FORZA di Nello De Bellis

In uno dei suoi scritti più densi, Nichilismo, Verità, Storia, un Manifesto filosofico della fine del XX secolo, pubblicato dall’Editrice CRT di Pistoia nel 1998, Massimo Bontempelli, insieme a Costanzo Preve, tracciava un suggestivo e profondo profilo della situazione spirituale, umana e politica del nostro tempo, con

UCRAINA: STATO CANAGLIA, STATO FALLITO di Maurizio Vezzosi

Nonostante il mandato quinquennale di Vladimir Zelensky si sia concluso il 20 maggio scorso, né gli Stati Uniti né le principali cancellerie dell’Europa occidentale sembrano voler mettere in discussione nell’immediato il suo ruolo. O almeno non pubblicamente, considerati gli evidenti “malumori ucraini” in seno all’amministrazione

IL MOMENTO DECISIVO di Leonardo Mazzei

Domande (e tentativi di risposta) sugli sviluppi della guerra Quali saranno gli sviluppi della guerra? Quali in Ucraina, quali in Medio Oriente? Queste ci paiono le domande fondamentali dell’oggi. Mentre le mortifere società occidentali sonnecchiano, nubi di tempesta s’addensano all’orizzonte. Gli ottimisti pensano che tutto

IMMIGRAZIONE, NAZIONE, CONFINI di Angela Nagle*

A proposito del Muro di Berlino Ronald Reagan affermava che qualsiasi ostacolo alla mobilità delle persone è una minaccia per l’intera umanità. Da allora le barriere alla circolazione dei capitali e della forza lavoro sono crollate in tutto il mondo, si è annunciata la fine

PERCHÉ SI SPACCANO I PICCOLI GRUPPI di Alessia Vignali

«L‘intelligenza, insomma, come unico antidoto alla follia, assieme alla strada lunga del lavoro contrapposta a quella breve della magia. Non ci sono scorciatoie né soluzioni prescritte». *   *   * Chiunque di noi abbia tentato, complici le circostanze degli ultimi anni, di aggregarsi in gruppo per

DICHIARAZIONE DI GUERRA di Leonardo Mazzei

«All’Occidente le cose non stanno andando come previsto. Sbaglia, tuttavia, chi pensa che a Washington ci si stia predisponendo ad una soluzione alla “coreana”, con un cessate il fuoco sine die sull’attuale linea del fronte ucraino…» *   *   * I 95 miliardi stanziati dal Congresso