Browse By

IL NUOVO “NEMICO DEL POPOLO”

 588 total views,  2 views today

9 dicembre. In barba ai divieti stanno im almeno una ventina di punti nevralgici stanno consolidandosi presidi e blocchi su numeorse arterie del paese, da Sud a Nord. Anche in Sicilia, malgrado le diffide e le minacce ai Forconi. In mattinata decine di manifestazioni in altrettante città.
Il movimento del 9 dicembre c’è.
Un popolo diverso, che non crede più nelle liturgia di un sistema che con l’eelezione all’americana di Matteo Renzi a segretario del Pd, prova a rifarsi il trucco, ma per continuare e se possibile incrudire le medesime politiche neoliberiste e antipopolari dettate dall’euro(pa). Con ancora maneo democrazia e meno sovranità.
C’è un’altro popolo che in queste ore è mobilitato per dire ai governanti e al potere che non si farà più ingannare e che vuole mandare a casa i responsabili della catastrofe. Matteo Renzi dovrà farci i conti subito. 
Adesso andiamo in strada anche noi, di questa redazione. Fra qualche ora tutti gli aggiornamenti.
image_pdfimage_print

3 pensieri su “IL NUOVO “NEMICO DEL POPOLO””

  1. Anonimo dice:

    dove si trovano di preciso i presidi in campania?

  2. Anonimo dice:

    Chi è Renzi ma soprattutto chi è il regista dovrebbe essere noto a tutti.A parte i così detti cittadini complici che sono quelli che hanno votato la sua candidatura , restano tuttavia molti concittadini che pur sapendo che nulla cambierà se non in peggio ,per una forma di masochismo generazionale amano essere di nuovo fatti fessi.Cio' impedisce purtroppo di girare pagina.Ascoltando i commenti delle persone che pur a giusta ragione si lamentano ce da mettersi le mani nei capelli.Anche sui blog sentiamo sempre le stesse cose ,destra , sinistra , e si cavalcano quotidianamente le vicende Berlusconi , Letta ! Oggi Renzi senza mai un progetto attuativo chiaro che invece di dividere la gente facendo il gioco dei dominatori ,tiene tutti insieme in un unico obbiettivo ,combattere questo governo e questa europa .tutto il resto sono cazzate

  3. Anonimo dice:

    Deve essere dura con questo gelo! Io purtroppo sono assai attempato , sofferente e al limite della mia esistenza, ma rivolgo con tutto i lcuore il mio incoraggiamento e il senso commosso della mia gratitudine di cittadino e di proletario a tutti coloro che sfidando la repressione hanno intrapreso con questa corale manifestazione di coraggio e di voglia di non arrendersi un sentiero di resistenza all'oppressione che vorrebbe la fine della Libertà.Viva Il Popolo libero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *