Browse By

LA DEMOCRAZIA? SOLO UN’OPINIONE. Come cade la maschera dei neoliberisti di Piemme

 622 total views,  2 views today

[ 30 giugno ]

Che il sistema economico globalizzato neoliberista avesse partorito regimi politici post-democratici (leggasi: oligarchici) lo sapevamo.
Fino ad ora, però, Lorsignori, le élite intendo, forti della loro egemonia, continuavano a mascherare il regime oligarchico come inveramento, per quanto perfettibile, della democrazia.

Ma la BREXIT ha fatto perdere la testa alle teste d’uovo—intellettuali, giornalisti, politicanti e saltimbanchi vari.
Sentite cosa si legge nell’editoriale de Il Sole 24 ore di oggi a firma, niente meno di A. Quadrio Curzio:

«Brexit passerà alla storia come una scelta sbagliata e molto costosa legittimata dalla volontà popolare di circa 650mila persone, cioè dello 0,12% dei 500 milioni di cittadini della Ue. Questo è infatti il numero di voti che, spostato dai pro-uscita ai pro-Europa, avrebbe fatto prevalere questi ultimi. Celebrare questo evento come il trionfo della democrazia è molto arduo». [il Sole 24 ore]

Roba da far rizzare i capelli anche a chi non li ha.
Anche volendo spogliare (come afferma certo positivismo giuridico) la democrazia di una sostanza etico-valoriale, anche riducendola a pura procedura, vale il principio che in democrazia è legittima quella decisione presa a maggioranza, e che un governo è legittimo solo  se dispone della maggioranza dei voti. 
E’ il noto “principio di maggioranza”, principio che certi liberali considerano adesso, dopo Brexit, un orpello.

Singolare quanto sintomatica l’equazione del Quadrio Curzio: la BREXIT avrebbe vinto “solo con” lo 0,12% dei milioni di cittadini europei”. 

Vedete che delirio europeista? Si fa finta che non esistano più stati sovrani, che ci sia solo l’Unione europea e che essa sia già ciò che non è non potrà mai essere: uno Stato. Che quindi non esistano più cittadini inglesi, italiani o tedeschi, ma solo metafisici… “cittadini europei”.

E’ da ricordare al Nostro che gli euroligarchi non han perso solo in Gran Bretagna, ma tutti (tutti) i referendum in cui cittadini europei sono stati chiamati a dire la loro con dei referendum: Francia, Olanda, Irlanda e Grecia. 
Se poi dovessimo accettare l’equazione squinternata  del Quadrio Curzio potremmo dirgli che la Merkel governa grazie al voto di un misero 4% “dei milioni dei cittadini europei”, e che Renzi alle europee prese solo il 2,2% di voti “dei milioni dei cittadini europei”. Andrebbe ancora peggio se considerassimo, come fa lui, solo lo scarto di voti tra Merkel o Renzi con le opposizioni: saremmo anche in questo caso ai prefissi telefonici.. ma internazionali. Tiri dunque la comica conseguenza e dica che ogni singolo governo nazionale è illegittimo.

Ma devo concludere sottolineando un’altra, diciamo così, “piccola incongruenza”.
Quadrio Curzio, sostiene in pratica che occorrono ben più ampie maggioranze per far si che una decisione importante sia legittima, che non basta il 50% più uno.

Facciamo finta che abbia ragione.
Perché mai dunque, assieme a tutta la nave ammiraglia padronale de Il Sole 24 Ore, è un paladino dell’Italicum e della schiforma istituzionale renziana, per cui domani potremmo avere un regime votato al primo turno solo da un quarto e forse anche meno dei cittadini italiani —che magari, al ballottaggio, vince solo per uno scarto, che so, anche di un voto solo?

Misteri della fede… liberale.
image_pdfimage_print

Un pensiero su “LA DEMOCRAZIA? SOLO UN’OPINIONE. Come cade la maschera dei neoliberisti di Piemme”

  1. Anonimo dice:

    Frode elettorale in Spagna?Leggete quihttp://icebergfinanza.finanza.com/2016/06/30/spagna-e-austria-frode-elettorale/Due linkhttp://www.publico.es/politica/carta-viral-presidente-mesa-demuestra.htmlhttp://www.elespanol.com/social/20160627/135736710_0.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *