Browse By

IL MES E IL PD (PARTITO DEI MERCATI) di G. Paragone

 496 total views,  2 views today

[ domenica 8 dicembre 2019 ]

“Molto meglio uno Stato sovrano in cui la sovranità appartiene al popolo, che restare in questa Unione europea…e ricordo che il no al MES era nel programma elettorale del M5S”

image_pdfimage_print

Un pensiero su “IL MES E IL PD (PARTITO DEI MERCATI) di G. Paragone”

  1. Eros Cococcetta dice:

    Bravissimo Paragone, è proprio così. Nel programma dei 5 Stelle per le elezioni politiche del 4 marzo 2018 è scritto in modo chiarissimo e inequivocabile che il movimento è contrario al MES e agli trattati europei predisposti dalla UE a favore del sistema bancario e finanziario. Si parla esplicitamente di "SMANTELLAMENTO DELLA TROIKA E DEL MES" e dei "COSTI DEGLI SQUILIBRI CAUSATI DALL’INTRODUZIONE DELLA MONETA UNICA COME VINCOLO ECONOMICO TRA GLI STATI MEMBRI". Inoltre, qualora non fosse possibile modificare adeguatamente i trattati a favore dei popoli, i 5 Stelle ritengono “IRRINUNCIABILE RESTITUIRE AGLI STATI MEMBRI SOVRANITÀ IN AMBITO ECONOMICO MONETARIO”. Quindi chi tra i deputati e i senatori pentastellati voterà a favore della riforma del MES può essere considerato a tutti gli effetti un TRADITORE DEL PROGRAMMA con cui è stato eletto. ECCO IL TESTO DEL PROGRAMMA ELETTORALE 5 STELLE SUI TRATTATI UE PER LE ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO 2018: 1)https://www.ilblogdellestelle.it/2018/04/il_programma_del_movimento_5_stelle_e_quello_votato_dagli_iscritti.html– UN’EUROPA SENZA AUSTERITÀ: Il Movimento 5 Stelle si farà promotore di un’alleanza con i Paesi dell’Europa del sud per SUPERARE DEFINITIVAMENTE LE POLITICHE DI AUSTERITA’ E RIGORE, facendo fronte comune per ottenere una profonda riforma dell’eurozona e dell’Unione Europea.– SMANTELLAMENTO DELLA TROIKA: Il M5S si opporrà in ogni modo a tutti quei ricatti dei mercati e della finanza internazionale travestiti da “riforme”. In particolare, si impegnerà allo SMANTELLAMENTO DEL MES (Fondo “Salva Stati”) E DELLA COSIDDETTA “TROIKA”, organismi sovranazionali che hanno appaltato la democrazia delle popolazioni imponendo, senza nessun mandato popolare, le famigerate “rigorose condizionalità”. 2) PDF DEL PROGRAMMA ELETTORALE 5 STELLE SULL'UNIONE EUROPEA: Unione EuropeaEconomia e Unione Monetaria………….È prioritario aprire un dibattito pubblico a livello internazionale sul futuro dell’Unione Europea e SUI COSTI DEGLI SQUILIBRI CAUSATI DALL’INTRODUZIONE DELLA MONETA UNICA COME VINCOLO ECONOMICO TRA GLI STATI MEMBRI.Riteniamo indispensabile introdurre nei trattati e nel quadro normativo europeo alcune specifiche procedure tecniche, economiche e giuridiche che CONSENTANO AGLI STATI MEMBRI DI RECEDERE DALL’UNIONE MONETARIA O DI RESTARNE FUORI attraverso una clausola di opt-out permanente, nel caso in cui ci sia una chiara volontà popolare in tal senso.Crediamo, inoltre, sia necessario:1. MODIFICARE RADICALMENTE l’impianto della governance economica europea (Patto di Stabilità e crescita – Fiscal compact – MES e le altre norme di vigilanza sui bilanci pubblici) basato sul predominio del mercato e sul rispetto di vincoli stringenti, infondati e insostenibili dal punto di vista economico e sociale;2. definire meccanismi di governance economica realmente sostenibili e solidali, in grado di dare un vero sostegno ai cittadini;3. definire obiettivi chiari (lotta alla disoccupazione, alla povertà e alle diseguaglianze).SE NON FOSSE POSSIBILE RAGGIUNGERE COMPROMESSI ACCETTABILI IN QUESTA DIREZIONE, RITENIAMO IRRINUNCIABILE RESTITUIRE AGLI STATI MEMBRI SOVRANITÀ IN AMBITO ECONOMICO MONETARIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.