Browse By

NON SCENDEREMO A PATTI!

 994 total views,  3 views today

Contro gli ultimi infami decreti del governo Draghi, il Fronte del Dissenso ha rivolto un appello urgente alla mobilitazione e all’unità di tutte le forze della resistenza costituzionale: ai coordinamenti no green pass, alla associazioni ed ai movimenti politici organizzati, agli intellettuali ed ai parlamentari solidali con la nostra lotta. Si sono così svolti, il 6 e l’8 gennaio, due partecipati e appassionati incontri nazionali. E’ stato discusso e approvato all’unanimità un patto in cui ci si impegna a promuovere una “capillare campagna di resistenza attiva e disobbedienza civile, affinché sorga, in stretta connessione con i movimenti di resistenza degli altri paesi, una grande opposizione politica antisistemica”.

 

NON SCENDEREMO A PATTI!

 Operazione Covid”. Nonostante due anni di guerra psicologica e di terrorismo mediatico, malgrado innumerevoli atti liberticidi, milioni di italiani continuano a rifiutare i diktat del governo e l’infame “green pass”.

Coloro che si oppongono a questo trattamento sanitario sperimentale sono stati puniti, privati del lavoro, del reddito, del diritto allo studio, dell’accesso a qualsiasi attività pubblica. La democrazia costituzionale è morta e al suo posto è sorto un regime di dittatura, di oppressione e di segregazione sociale.

Come se non bastasse l’eversivo governo del “vile affarista” Draghi, sostenuto da partiti corrotti, ha compiuto l’ennesimo, gravissimo, strappo anticostituzionale:  con l’ultimo decreto l’obbligo vaccinale è stato esteso a 27 milioni di persone e 7 di queste vivranno il ricatto del posto di lavoro e della perdita del reddito mentre, anche per accedere ai pubblici uffici ed a molte tipologie di negozi ci vorrà il lasciapassare verde, per finire con lo scandaloso sequestro di massa a cui sono sottoposti i tanti cittadini delle isole.

Il momento è drammatico. La resistenza a queste misure liberticide è la nostra linea del Piave, il punto da cui si deve ripartire per sconfiggere il nuovo regime raccolto attorno a Draghi — un regime prono agli interessi della finanza predatoria globale e deciso a svendere all’Unione europea (vedi il Pnrr e la minaccia del Mes) gli ultimi scampoli di sovranità popolare e nazionale.

Tutti coloro che hanno a cuore la libertà, la giustizia sociale, lo democrazia e la dignità della Patria debbono ribellarsi e serrare i ranghi.

Per questo, come rappresentanti dei coordinamenti no Green Pass, dei movimenti e delle associazioni che sin dal primo momento si sono opposti alla svolta autoritaria, ci siamo riuniti allo scopo di organizzarci meglio e di lanciare una capillare campagna di resistenza attiva e disobbedienza civile, affinché sorga, in stretta connessione con i movimenti di resistenza degli altri paesi, una grande opposizione politica antisistemica

Queste le forme di mobilitazione principali sulle quali ci impegniamo a fornire indicazioni più precise a breve:

– Sciopero generale, con un’astensione dal lavoro che utilizzi tutte le forme possibili

– Partecipazione alla manifestazione del 15 gennaio a Roma

– Sviluppo delle manifestazioni locali in vista di una grande prova di forza nazionale

– Realizzazione di un incontro internazionale dei movimenti di lotta da tenersi in Italia

Ritiro immediato del “green pass” dello Stato d’emergenza e di tutte le restrizioni anticostituzionali! Nessun cedimento! Nessuna collaborazione! Nessuno dev’essere lasciato solo! Indietro non si torna!

L’assemblea nazionale dei movimenti di resistenza costituzionale

8 gennaio 2022

 

image_pdfimage_print

4 pensieri su “NON SCENDEREMO A PATTI!”

  1. luigi dice:

    Vorrei dire due tre cose a riguardo .
    Ieri sera facendo zapping mi sono imbattuto in un talk show dove stava parlando Travaglio ( che non diceva niente di interessante a mio avviso ) e c’ era anche il dott. Mattei , allora mi sono fermato a guardare , anche se aborro questi talk telecomandati . Avevo gia’ sentito il suo intervenbto a Torino su byo blu e so che sarebbe uno dei promotori del nuovo cnl assieme anche al dott. Pasquinelli . La mia critica e’ sulle non tanto nella sostanza , ma nelle parole del dott. Mattei . A mio modesto parere bisogna smetterla con la solfa del fascismo , come e’ nato chi erano i protagonisti ecc. ecc. Non so se anche il dott. Pasquinelli sia d’accordo , ma se proseguiamo su questa strada penso che non ci portera’ a nulla , la gente e’ stufa di questi discorsi e non ci seguira’ . Anche ieri sera in tv l’ ho sentito , e buon gioco hanno avuto a redarguirlo , politicanti di lungo corso e piccoli guitti da salotti mediatici . Bisogna assolutamente trovare un nuovo linguaggio . Questa storia che Draghi come Mussolini non convince e trovo che piu’ che Draghi siano responsabili le forze politiche che , vuoi per assicurarsi la bella pensioncina , vuoi perche’ c’e’ l’eleziopne del pdr , vuoi perche’ c’e’la bella torta del pnrr da gestire non staccano la spina .
    Ho visto poi un servizio dove giornalisti senza scrupoli armati di telecamere entravano come niente fosse nelle terapie intensive per intervistare dei medici e , anche se non inquadravano il viso dei malati , li riprendevano nel loro letto di dolore attaccati a tubi monitor ecc. Ma come mi sono chiesto , non e’ consentito ai parenti piu’ stretti di poter entrare , tanto che in molte situazioni molte persone sono morte da sole , e poi e’ consentito a questi signori di poter entrare con tanto di telecamere . E tutto questo per sucitare paura e terrore in chi guarda certe trasmissioni ? Siamo alla barbarie . Io sono stato in terapia intensiva per un infarto e so quanto dolore si prova .
    Dov’e’ la magistratura , perche’ questo popolo deve subire queste umiliazioni !
    Ora ci stanno dicendo che , chi ha fatto solo due dosi deve esserer considerato un no vax a tutti gli effetti . E questo e’ il mio caso . Ma come , come me tanti altri hanno dato fiducia a questo stato inoculandosi due volte , io ad es. ho avuto dei miei motivi personali e come me tanti altri , cosi’ altri l’avranno fatto per convinzione . Leggo anche che negli ospedali ci sono molti ricoverati con due dosi , e allora mi chiedo , ma perche’ ci hanno bucato dicendoci che dopo due dosi la protezione era di nove mesi , ora molti non vogliono fare la terza , e alzano il tiro chiamando no vax anche quelli come me , se non e’ un inganno questo come lo vogliamo chiamare !

    1. Francesco dice:

      Concordo con Lei il giudizio critico su Travaglio. Anzi il mio e’ un giudizio ancora piu’ negativo del suo.
      Travaglio “assolve” Giuseppe Conte da ogni responsabilita’ e lo dipinge come una “vittima politica” di Draghi, mentre nella realta’ Conte e’ PIENAMENTE RESPONSABILE della situazione attuale. E’ stato lui a violare per primo la Costituzione con i suoi dpcm e con la proclamazione dello “STATO D’EMERGENZA”. Stato d’emergenza che e’ stato poi sfruttato da Draghi per promulgare i suoi provvedimenti liberticidi. Inoltre Giuseppe Conte e’ un membro di spicco del M5S, il quale e’ ELEMENTO PORTANTE dello stesso governo Draghi.
      Per quanto riguarda la sua opinione critica sul parallelismo Draghi-Mussolini concordo anche qui. Draghi e le elites globaliste che lui rappresenta sono MOLTO PEGGIO DEI FASCISTI. Il fascismo e le altre dittature “classiche” conosciute fino ad oggi (…comprese quelle “di sinistra”) avevano come obiettivo quello di realizzare un”controllo POLITICO” sul Popolo. I CRIMINALI come Draghi e coloro che gli stanno dietro, invece, non si accontentano del “semplice” controllo politico: hanno come obiettivo il controllo diretto dei CORPI delle Persone.

      Francesco F.
      Manduria (Ta)

      1. luigi dice:

        dammi pure del tu Francesco , oltretutto siamo pure della stessa bellissima regione io sono di Ruvo di Puglia . Anche se vivo in Lombardia !
        Ciao carissimo

        1. Francesco dice:

          Ciao Luigi. Forza… Coraggio… E RESISTENZA!

          Francesco F.
          Manduria (Ta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.