Browse By

Gubbio, il muro della paura e quello dell’indifferenza

 465 total views,  2 views today

Dopo lo stordimento, dopo la gogna e la vergogna, familiari e compagni di Orfeo Goracci e degli arrestati hanno trovato la forza di alzare la testa. Facendosi coraggio, vincendo le intimidazioni e il terrorismo mediatico, si sono raggruppati e hanno iniziato una raccolta di firme. L’hanno iniziata in un luogo simbolico, in Piazza dei 40 Martiri. Il 22 giugno 1944, come rappresaglia contro un’azione dei Gap, i nazisti fucilarono 40 eugubini.

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.