Browse By

FIRENZE 10+10: FORUM SULLA SITUAZIONE IN SIRIA

 578 total views,  4 views today

Haytam Manna

Incontro con l’opposizione rivoluzionaria siriana


INCONTRO CON
HAYTHAM MANNA

Da giovedì 8 a domenica 11 novembre si svolgerà a Firenze, presso la Fortezza da Basso l’Incontro internazionale «Firenze 10+10/Unire le forze per un’altra Europa». Esso è promosso da numerosi organismi facenti parte del Social forum europeo. I promotori hanno posto due obbiettivi: «… rispondere con un fronte comune di forze sociali a livello europeo alla crisi e alle politiche imposte dalle istituzioni dell’Ue e della Bce; creare alleanze per una strategia a lungo termine capace di costruire un’Europa sociale e dei cittadini». 


Il Mpl ci sarà non a portare il nostro dissenso sulla questione dell’Unione Europea e dell’Euro, invece, dato che c’è un’area tematica sulla situazione nel Mediterraneo e in Medio oriente, per discutere della drammatica situazione siriana, sconvolta da una guerra fratricida che pare giunta ad un punto di non ritorno.
Siamo co-promotori, assieme ad altri organismi (Campo antimperialista, rete “Gaza must live” (Austria), rete”Ship to Gaza” (Greece), rete against far right extremism and populism (Republica Ceca), e al Comitato Internazionale di educazione per la pace (Italy), di uno dei forum più importanti: «Siria: per la democrazia, la giustizia sociale, la pace e la sovranità nazionale».

Il Forum si svolgerà sabato 10 novembre dalle ore 16:00 alle ore 18:00.
Parteciperà il compagno Haytam Manna, portavoce del Comitato nazionale di coordinamento per il cambiamento democratico, la rete siriana che raccoglie le forze d’opposizione democratiche e antimperialiste. Assieme a lui interverranno Evangelis Pissias delle Freedom Flotilla, Leo Gabriel dell’esecutivo del Wsf e Moreno Pasquinelli del Campo Antimperialista.


L’iniziativa è stata promossa sulla scia dell’Appello internazionale «Siria: fermare la guerra», già sottoscritto de decine e decine di intellettuali e militanti europei.

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *